Campobasso - la segretaria regionale della Uil-Fpl, Tecla Boccardo

Tecla Boccardo, Segretario generale della UIL regionale parteciperà, in qualità di delegato, al XIII Congresso della Confederazione europea dei sindacati.

Le problematiche dei lavoratori e dei pensionati molisani, come i progetti e gli impegni in vista del cambiamento da parte del sindacato della regione saranno posti all’attenzione del Sindacato europeo.

“Una società giusta, lavori di qualità e diritti dei lavoratori” è il tema del dibattito che si terrà a Parigi dal 29 settembre al 2 ottobre.

I lavori si svolgeranno presso la storica Maison de la Mutualité, nel centro della cittadina francese.

Dall’Italia partiranno delegazioni guidate dai Segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, Susanna Camusso, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo.

Tanti gli ospiti che prenderanno parte al Congresso, tra cui il Presidente francese Hollande, il Presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker e il Presidente del Parlamento europeo, Martin Schulz.

Il Congresso eleggerà la nuova segreteria e i nuovi organismi, a partire dal Segretario generale. Il candidato italiano è Luca Visentini.

“Luca – ha detto la Boccardo – è un giovane dirigente sindacale della UIL che ha già ricoperto importanti incarichi nel sindacato italiano ed europeo. Conosce le realtà del lavoro di molti territori ed ha una sensibilità unitaria, un dinamismo ed una capacità di azione che certamente gioveranno al nuovo percorso che il Congresso delineerà”.

Ogni giornata di lavoro sarà dedicata a temi specifici: occupazione di qualità, soprattutto per i giovani, ruolo dei sindacati e del sindacato europeo, dumping sociale e contrattazione europea.

“Come si vede – continua la leader della UIL molisana – si tratta di temi di ampia portata generale. Le scelte del sindacato europeo, però, riguardano anche il Molise, le cui condizioni economiche, occupazionali e sociali saranno lì rappresentate. Occorre offrire ai lavoratori, ma anche ai disoccupati, ai giovani come agli anziani, maggiori opportunità per migliorare il loro livello di vita, altrimenti il ​​rischio reale è vedere i cittadini allontanarsi dall’idea forte di Europa, che non può ridursi ad un club esclusivo per i ricchi e le imprese. Occorre, oggi più di ieri, una ripresa economica e un’occupazione di qualità, una società più giusta e un maggiore coordinamento della politica economica. Serve, ovunque in Europa e anche in Molise, un forte sindacato, unitario, interprete delle richieste del mondo del lavoro e della società, protagonista del cambiamento”.

 

 

 

Potrebbe interessanti anche:

L’Amministrazione di Civitanova del Sannio invita al risparmio d’acqua

L’Amministrazione di Civitanova del Sannio ha invitato la cittadinanza al risparmio …