Home Attualità Emilio Izzo: La caduta di Brasiello a Isernia è solo il preludio alla fine di Frattura
Attualità - Evidenza - QD - 17 Settembre 2015

Emilio Izzo: La caduta di Brasiello a Isernia è solo il preludio alla fine di Frattura

izzolanzaokLa crisi al Comune di Isernia è solo l’inizio di una serie di cadute libere, nonostante in diversi comuni – come ad esempio Termoli e Campobasso – ci si sforzi ancora nel sostenere il duo Frattura-Renzi contro ogni logica e volere popolare. Di questo ne è convinto Emilio Izzo, promotore della raccolta firme, attraverso il Comitato Impeachment popolare, per chiedere le dimissioni del presidente della Regione. Ma al di là degli scontri politici nel Pd, la caduta di Brasiello a suo avviso è dettata anche da altri motivi, ossia da tante scelte non fatte e tanti problemi mai realmente affrontati. Durante la conferenza stampa indetta d’intesa con il Comitato Frane Molisane e il Movimento Indignati Molise, Izzo ha ipotizzato una reazione a catena che dal Comune di Isernia finirà per coinvolgere anche la massima istituzione regionale: «È inevitabile – ha detto – ho anche smesso di raccogliere firme per chiedere le sue dimissioni perché ne arrivavanoa valanga. Le persone libere e al difuori di ogni sospetto partitico si stanno riappropriando degli spazi della discussione politica nel senso nobile del termine. E così, senza traumi o violenze gratuite, portando i cittadini tutti a constatare ed a toccare con mano la corruzione, l’impreparazione, gli inciuci, il sottobosco, gli affari privati, le violenze contro il patrimonio pubblico, stiamo riuscendo a costruire una coscienza popolare come mai si era vista. La deriva del sistema politico e della società ad esso collegato, coincide perfettamente con la deriva del sistema renziano che, se ancora qualcuno non l’avesse avvertito, è ormai in atto e senza possibilità di arrestarsi difronte alle oscenità varie che gli appartenenti a tale ordine di affari sta ponendo in essere. La crisi al Comune di Isernia rappresenta solo l’inizio di una nuova escalation di inarrestabili cadute libere. Il sistema Frattura è al capolinea. L’inquinamento ambientale ed ideale che ne è derivato da questa scellerata politica opportunistica e personale, sta riducendo il Molise ad una cloaca a cielo aperto, facendo ricadere sui molisani tutti – ha concluso Izzo – male odore e vergogna».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Coronavirus, 6 nuovi positivi su 504 tamponi processati. Scendono i ricoveri e nessuno più in Terapia Intensiva, da registrare anche altri guariti

Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Molise, a fronte di un significativo aumento…