Home Apertura Isernia. Cade l’amministrazione Brasiello, naufraga il centrosinistra, affonda la Provincia
Apertura - Attualità - Evidenza - Politica - QD - 11 Settembre 2015

Isernia. Cade l’amministrazione Brasiello, naufraga il centrosinistra, affonda la Provincia

braIsernia, cade l’amministrazione, Luigi Brasiello da stasera non è più sindco. Il comune pentro tornerà al voto la prossima primavera. A determinare quella che si profila una vera e propria Caporetto del centrosnistra è stata la votazione sul bilancio. Luigi Brasiello non è stato capace di fare rientrare il dissenso manifestato nei giorni scorsi da alcuni consiglieri della sua maggioranza. Prevedibili le ripercussioni anche sulla Provincia di cui Brasiello è presidente. Si conclude così (per il momento) una sanguinosa faida destinata ad avere pesanti ripercussioni anche sul governo regionale. Il bilancio è stato bocciato con 19 voti contrari. . I voti sfavorevoli sono stati espressi da Avicolli, Bon­tempo, Cutone, Di Baggio, Di Placido, Mezzanotte, Monaco, Scarabeo, Fantozzi, De Toma, d’Apollonio, Lombardozzi, Fabrizio, Calenda, Testa, Chiacchiari, Guglielmi, Kniahynicki e Di Perna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Campobasso, Gravina: “Entro l’anno prossimo pronta la Tangenziale nord”

Quando l’opera sarà completata, l’annuncio del sindaco di Campobasso è per il …