trattoreAffabile, disponibile con tutti, sempre con il sorriso in volto. A contraddistinguerlo l’amore per la divisa e per il suo lavoro che lo portava a entrare in contatto con tantissima gente. Non mancava mai al tradizionale appuntamento del poliziotto in corsia, quando in occasione del Natale portava regali ai bimbi ricoverati in Pediatria. Sono due le comunità sconvolte dalla morte del poliziotto Alberto Mastrangelo: San Giacomo degli Schiavoni, dove viveva, e Termoli, dove in commissariato prestava servizio da almeno 20 anni. Domani avrebbe compiuto 48 anni. Lascia la moglie e due figli, e lascia un vuoto e un dolore enorme tra i colleghi e gli amici. Gli stessi che ieri si sono precipitati sul luogo della tragedia increduli. Un terreno che si trova nella campagne intorno a San Giacomo e dove il poliziotto per conto di un amico stava tagliando erba alta e sterpaglie. Aveva deciso di usare il trattore per fare prima, ma la zona molto scoscesa e il cedimento di parte del terreno vicino a un canale prosciugato hanno fatto ribaltare il mezzo schiacciando il corpo del povero Alberto. A dare l’allarme per primo è stato proprio l’amico che ha assistito impotente alla tragedia. Difficilissimi i soccorsi a causa della natura della campagna, in quei luoghi molto ripidi e dove si scivola con un niente. I vigili del fuoco sono riusciti a raggiungere il mezzo, ma per Alberto era troppo tardi. Amava la campagna e si occupava lui stesso dei terreni di famiglia, dunque era esperto e conosceva anche la zona in cui c’è stata la tragedia e dove altre volte aveva lavorato. Ma proprio perché non era il suo terreno la Procura di Larino ha aperto un’inchiesta e ha disposto anche l’autopsia per capire se la morte è stata provocata dallo schiacciamento o se abbia avuto un malore che gli ha fatto perdere il controllo del mezzo. Per i funerali, dunque, ci vorrà qualche giorno.

Potrebbe interessanti anche:

Covid, 10 positivi e un nuovo ricovero al Cardarelli. Ci sono anche 11 persone guarite

Dieci nuovi contagi ed un nuovo ricovero in Malattie infettive. Sono i dati dell’ultimo bo…