Bilancio di previsione e piano triennale delle opere pubbliche al vaglio del Consiglio comunale, dopo lo slittamento della scorsa settimana, per mancanza del numero legale. Ed oggi la maggioranza è chiamata ad un importante banco di prova, per smentire le voci che invece parlano di una coalizione sull’orlo di una crisi di nervi. In effetti la crisi di nervi l’ha sfiorata il sindaco Battista, visibilmente contrariato per la sospensione dei lavori, causata dalla verifica del numero legale, chiesta dal consigliere di opposizione Pilone. Alla ripresa, solite schermaglie in aula, con la minoranza pronta ad innalzare le barricate contro l’approvazione di un documento contabile giudicato la fotocopia di quello dello scorso anno. Per la maggioranza, invece, si tratta di un buon bilancio, nonostante l’esiguità delle risorse a disposizione dell’amministrazione.
I lavori a palazzo San Giorgio procedono a rilento a causa dei numerosi emendamenti presentati sia dal Polo civico che dal Movimento 5Stelle e di altrettanti ordini del giorno approdati sul tavolo della Presidenza del Consiglio.
Insomma, chi si aspettava che l’approvazione del bilancio di previsione sarebbe stata una passeggiata, questa volta ha sbagliato. Un via libera che dunque si annuncia lungo e faticoso per Battista e la sua maggioranza.

anna di matteo

Potrebbe interessanti anche:

SNAI Alto Medio Sannio, i primi interventi in programma ad Agnone

Prende forma la Strategia Nazionale Aree Interne (SNAI) Alto Medio Sannio. 33 i Comuni coi…