Home Attualità Montenero: Nicola D’Ascanio contro Egam e Biomasse
Attualità - Evidenza - QD - 29 Agosto 2015

Montenero: Nicola D’Ascanio contro Egam e Biomasse

1436794921353Anche a Montenero di Bisaccia il gruppo consiliare guidato da Nicola D’Ascanio si mette di traverso alla costituzione dell’ambito unico per il servizio integrato deciso della Regione e chiede anche all’amministrazione comunale guidata da Nicola Travaglini di fare lo stesso e di dire no all’Egam, aderendo invece alla mobilitazione promossa dagli altri sindaci a favore dell’acqua pubblica. Un’ente, l’Egam, di natura economica e che secondo D’Ascanio presenta profili di illegittimità in quanto costituito con una delibera di giunta, quando invece lo Statuto Regionale impone per l’ente pubblico la costituzione attraverso un atto legislativo. Secondo D’Ascanio l’Egam nasconde interessi che mirano solo al profitto, la cui costituzione porterà inevtabilmente alla moltiplicazione delle tariffe.

Ma la preoccupazione di D’Ascanio, la quale fa da risonanza a quella dei residenti, è legata anche alle criticità che Montenero presenta dal punto di vista ambientale. Dalla nuova linea di alta tensione Foggia-Chieti che è stata già approvata, alla centrale biomasse della zona artigianale, attiva dal 2012 e che secondo il consigliere finora non ha mai ricevuto controlli sulle emissioni. Sono già pronte le richieste per avere l’intervento dell’Arpa e dell’Asrem, anche considerando che secondo gli studi della Fondazione Milani a Montenero c’è una maggiore incidenza di neoplasie rispetto alla media regionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Messaggio pasquale del vescovo di Trivento Claudio Palumbo: in questo periodo di pandemia, un grazie particolare a tutti coloro che si stanno adoperando, a prezzo di grandi sacrifici

Il vescovo di Trivento, Claudio Palumbo, prepara la comunità alla Pasqua, e fa alcune rifl…