Home Attualità Uffici regionali a Isernia, Brasiello ci prova ma non riesce a salvare Angelaccio
Attualità - Evidenza - QD - 28 Luglio 2015

Uffici regionali a Isernia, Brasiello ci prova ma non riesce a salvare Angelaccio

regioneIl centinaio di dipendenti regionali che prestano servizio nella sede di via Farinacci, a Isernia, di proprietà della famiglia Angelaccio, presto dovranno traslocare in via Berta, nella sede dell’amministrazione provinciale.
A nulla è valso il tentativo in extremis di Brasiello di rinviare la discussione, accampando la scusa che la Regione probabilmente voleva più spazio per i suoi uffici, non c’è stato nulla da fare: all’unisono destra e sinistra hanno bocciato la proposta del presidente di rinviare la spinosa discussione.
E qui bisogna far capire perchè si trattava di una decisione difficilissima per Brasiello, già alle prese con una maggioranza consiliare sfilacciata in vista del delicatissimo passaggio del bilancio al Comune di Isernia.
Infatti gli uffici di via Farinacci sono in locazione in uno stabile della famiglia Angelaccio, la stessa presente in consiglio comunale con Edmondo, espressione del partito democratico. Famiglia che perderebbe un bel po’ di quattrini legittimi se il trasloco andasse in porto. Nessuno lo ammette a viso aperto, ma il nodo della questione è ancora una volta quello dei soldi. È utile che i soldi pagati dalla Regione per l’affitto vadano a un privato, o è meglio destinarli alle squinternate casse della provincia?
Un dilemma quasi esistenziale per Brasiello che così aveva tentato di aggirare l’ostacolo proponendo il rinvio. Ma l’idea della ritirata strategica, che poi è una costante del Brasiello pensiero, non è andata giù praticamente a nessuno, con il solo Sergio Sardelli che ha provato fino all’ultimo, inutilmente, a convincere del contrario i riottosi consiglieri di maggioranza. Non c’è stato nulla da fare con il consiglio che all’unanimità, Brasiello compreso, ha approvato il trasloco in via Berta per gli uffici regionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Coronavirus, nuovo aumento di positivi: 56 casi dai 577 tamponi, 12 le persone guarite

Ancora una impennata di nuovi positivi in Molise. Dai 577 tamponi processati nelle ultime …