di PASQUALE DI BELLO

Presentato a Campobasso il movimento “Insieme per il Molise”, fondato da Michele Iorio. Oltre alle critiche sull’attività di governo, l’ex presidente ha sferrato un attacco durissimo a Frattura sulle vicende che giudiziarie che hanno travolto l’ex assessore alla attività produttive, Massimiliano Scarabeo. “Frattura sapeva o no?”, si è chiesto Iorio che poi ha aggiunto: “ Esistono forti dubbi su un condizionamento reciproco tra Frattura e Scarabeo per le vicende Elcom e Biocom”.

La serata che si preannunciava come una rimpatriata tra combattenti e reduci del centrodestra, si è invece rivelata non solo un successo per il promotore, Michele Iorio, ma soprattutto una vera e propria dichiarazione di guerra al governatore della Regione Molise, Paolo di Laura Frattura. Eppure l’ex presidente Iorio si era presentato in una veste da figlio dei fiori, dispensando baci alla platea prima del suo intervento. Nulla avrebbe fatto presagire che sotto la giacca nascondesse un vero e proprio missile terra-aria già innescato in direzione Frattura.

Prima di parlare del neonato movimento “Insieme per il Molise”, creato da Iorio per coagulare tutto il fronte antagonista a Frattura, “dal centrodestra e oltre”, l’ex governatore del Molise ha voluto fare un “preambolo sulla cronaca giudiziaria”. Il missile è partito a questo punto, a inizio serata, ed è destinato a fare danni e a scatenare verosimilmente una razione altrettanto pesante di Frattura. Partendo dalla vicenda Scarabeo, quella che ha portato nei giorni scorsi all’arresto dell’ex assessore regionale alle attività produttive, Iorio ha posto un quesito preciso: “Frattura sapeva si o no?”. Fatta la domanda Iorio ha poi articolato il proprio ragionamento, partendo da alcune dichiarazioni rilasciate da Scarabeo mesi addietro. Siamo, temporalmente parlando, nella fase del famoso “tagliando”, ovvero di quella verifica di Giunta preannunciata e mai fatta da Frattura e rispetto alla quale da più parti si parlava di un “siluramento proprio di Scarabeo” ha ricordato Iorio. Bene, in quella fase, ha detto Iorio, “Scarabeo fece riferimento alla questione Biocom, sostenendo che quello che in quelle ore circolava sul proprio conto non era nulla rispetto alle questioni che riguardavano Frattura”. Partendo da questa affermazione Iorio sviluppa il suo ragionamento: “Esistono forti dubbi su un condizionamento reciproco tra Frattura e Scarabeo, tanto è vero che subito dopo tali dichiarazioni la posizione di Scarabeo non fu più messa in discussione”. “Per fugare tali dubbi – ha concluso Iorio – Frattura ha una sola strada: le dimissioni. Noi – ha aggiunto – su questo gli chiederemo conto pubblicamente”.

L’affondo pesantissimo fa poi da traino ad un elenco di critiche che l’ex governatore sviluppa all’indirizzo del governo regionale: dalle crisi industriali, con i “fallimenti della Regione su Gam, Zuccherificio e Ittierre”, alla disoccupazione alla sanità sulla quale Iorio intende prendere una iniziativa decisa contro il tavolo tecnico romano: una mozione che faccia da presupposto per una azione giudiziaria nei confronti dei burocrati romani. Oltre che per Frattura, i fulmini di Iorio sono anche per l’assessore regionale al lavoro, Michele Petraroia, messo pesantemente sotto accusa oltre che per i fallimenti sulle crisi in corso anche per la gestione disastrata e fallimentare della Formazione professionale. “Petraroia – ha detto Iorio – è capace solo di aprire tavoli inutili e inconcludenti”. Un siluro c’è anche per il settore delle infrastrutture. Frattura ha rimodulato i finanziamenti che noi avevamo ottenuto, facendo sparire un’opera strategica fondamentale come l’autostrada del Molise per dirottare i finanziamenti su opere inutili come la metropolitana leggera e il traforo del centro storico di Termoli, sperperando ventitré milioni di euro per la prima e altri otto per il secondo.

In chiusura, il tema della candidatura alla presidenza della Regione. “Io avanzo la mia – ha detto Iorio – ma ragioneremo insieme al momento opportuno con gli altri interlocutori. Io pongo una sola condizione: chi ci sta a mandare a casa Frattura deve farsi avanti ora e non a ridosso delle elezioni”.

 

Potrebbe interessanti anche:

Tragico incidente a Poggio Sannita: uomo di Agnone muore investito dalla sua auto

Tragico e sfortunato incidente nell’agro di Poggio Sannita. Un anziano di Agnone si era so…