L’obiettivo principale del Programma Bandiera Blu, è quello di promuovere una conduzione sostenibile del territorio attraverso una serie di indicatori che mettono alla base delle scelte politiche l’attenzione e la cura per l’ambiente.
La qualità delle acque di balneazione è un criterio imperativo: solo le località, le cui acque sono risultate eccellenti nella stagione precedente, possono presentare la candidatura. Anche quest’anno la costa del Molise si distingue e saranno quattro le spiagge in tre Comuni dove si potrà esporre l’ambito vessillo.
Si tratta di Termoli con il lungomare Sant’Antonio e il lungomare sud, Campomarino lido e Petacciato marina. Dati ufficiosi
Per Termoli si tratta della tredicesima bandiera blu.
Nella lista non c’è la marina di Montenero di Bisaccia. Questo potrebbe dipendere da un parametro che riguarda la raccolta differenziata, partita solo di recente e non dalla qualità delle acque che restano limpide tanto che anche le marine limitrofe di San Salvo e Vasto sono state certificate. Montenero punta dunque a conquistare il riconoscimento nel 2016.
I criteri considerati dalla Fondazione per l’Educazione Ambientale sono infatti numerosi e comprendono le spiagge, i servizi, la depurazione, la qualità delle strutture ricettive, la gestione dei rifiuti, la pesca e le iniziative organizzate dai Comuni per promuovere uno sviluppo sostenibile del territorio.
Un riconoscimento internazionale che rappresenta un biglietto da visita per i turisti che ogni anno scelgono la costa del Molise o lo faranno per la prima volta scoprendo zone del litorale ancora incontaminate.

Potrebbe interessanti anche:

Incidente nei campi a Trivento, si ribalta il trattore e muore schiacciato un 85enne

  Incidente nei campi a Trivento, in contrada Quercia Piana, dove un anziano agricolt…