Nell’ambito dei controlli territoriali finalizzati alla tutela e alla salvaguardia del patrimonio ambientale e paesaggistico, una pattuglia del Comando stazione Forestale di Forli del Sannio ha notato un 54enne residente in Cerro al Volturno intento a realizzare una struttura a sbalzo in travetti prefabbricati e laterizi, ancorata ad un fabbricato preesistente e sorretta da due pilastri in cemento armato. La Forestale ha riscontrato delle irregolarità. Per la realizzazione dell’opera, infatti, l’uomo non è risultato in possesso di alcun permesso di costruire rilasciato dall’Amministrazione comunale e per di più il manufatto ha determinato un’alterazione sostanziale e definitiva dell’assetto urbanistico-territoriale. Poiché l’area è gravata da vincolo paesaggistico, doveva essere autorizzata anche dalla Regione, ai sensi della vigente normativa paesaggistico-ambientale, ma anche in questo caso non è risultato avviato nessun procedimento autorizzativo. Per le irregolarità riscontrate in materia di abusivismo edilizio e violazione del vincolo paesaggistico, aventi rilevanza penale, gli agenti della Forestale hanno deferito l’uomo all’Autorità Giudiziaria. «L’abusivismo edilizio – si legge in una nota della Forestale – è un fenomeno tristemente diffuso nel nostro Paese, che causa non pochi danni al patrimonio paesaggistico e culturale, comportando talvolta un notevole degrado. Nei giorni a venire il Comando provinciale del Corpo Forestale dello Stato di Isernia intensificherà i controlli volti a prevenire e reprime tali illeciti».

Potrebbe interessanti anche:

Diversi i molisani candidati alle elezioni a Roma. Il censimento dell’Associazione Forche Caudine

Anche in questa tornata di elezioni amministrative a Roma non mancano candidati nati in Mo…