di MARCELLA TAMBURELLO

Ancora gran successo di pubblico  al Savoia di Campobasso per la seconda edizione di «8 marzo in 3D» organizzato dal Centro documentazione handicap. Tra gli ospiti la cantante e atleta paraolimpionica Annalisa Minetti.
Superare i concetti standard di diversità e normalità. Capire i propri limiti, spesso mentali, che ci portano a vedere gli altri come diversi da noi. Superare le barriere, non solo architettoniche, che ci dividono dagli altri. E’ questo l’obiettivo principale della manifestazione «8 marzo in 3D, donna, diversità, diritto all’affermazione» organizzato come sempre dal centro documentazione handicap di Campobasso.
Una seconda edizione che ha portato tanti artisti ad esibirsi sul palco del teatro savoia per raccontare e riflettere, a 360 gradi, sull’universo femminile.
Dalla danza alla musica, monologhi e racconti di vita vissuta, voci bianche, testimonianze personali che si sono alternati sul palco del savoia tra gli applausi del pubblico che non si è lasciato intimorire dalla neve e dal freddo.
Tra gli artisti anche la cantante e atleta para-olimpionica Annalisa Minetti, che ha voluto raccontare la sua storia, da quando a 18 anni le fu riscontrata una malattia degli occhi che, nel tempo, l’avrebbe resa cieca. «La forza di volontà – ci ha detto – è il motore del mondo. Nulla e nessuno può impedirci di fare ciò che vogliamo. Io sarò sempre pronta ad inseguire i miei sogni». Sul palco, l’artista si è esibita prima con il coro Coeli Lilia della scuola Colozza di Campobasso e poi da sola spaziando nel suo repertorio concludendo l’esibizione con il brano che nel 1998 le fece vincere il festival di Sanremo. «Le donne sono fantastiche – ha detto ancora Annalisa Minetti – e le disabilità arricchiscono il mondo e lo rendono colorato come un arcobaleno. Tutti siamo diversi e tutti siamo importanti. Donne abbiate la volontà di fare tutto ciò che volete».

Potrebbe interessanti anche:

Neuromed e Gemelli Molise: “Manca firma accordo contrattuale, stop da Regione a pagamenti. Costretti a dimettere pazienti”

Presa di posizione del Neuromed di Pozzilli e del ‘Gemelli Molise” che hanno annunci…