Il tribunale di Napoli ha riconosciuto il beneficio di protezione umanitaria a due pakistani, che nei mesi scorsi erano stati ospitati nel centro di accoglienza di Vinchiaturo. Avevano chiesto il riconoscimento della protezione giuridica, ma la commissione territoriale di Caserta aveva rigettato le loro istanze, disponendone quindi l’espulsione dall’Italia. I due giovani si sono però rivolti all’avvocato Enzo Iavcovino che ha impugnato il provvedimento ed ottenendo, dunque il riconoscimento della protezione internazionale da parte dello Stato italiano.

«E’ una sentenza che segna un passo in avanti nella conquista dei diritti umani», ha commentato, soddisfatto, l’avvocato Iacovino.

Potrebbe interessanti anche:

La Fonderia Marinelli di Agnone lavora ad una campana per le spose del Sud

L’Università delle Generazioni di Agnone in un comunicato ha posto l’attenzion…