Ikf ci riprova con Ittierre attraverso una nuova strada: rilevare la Oti-Officine tessili italiane. L’investment company specializzata in ristrutturazioni aziendali che fa capo all’azionista di riferimento e presidente di Ikf advisory, Mario Galetti, ha infatti, scrive MFF, formulato una manifestazione di interesse per rilevare il 100% della societa’ che doveva raccogliere il testimone della molisana Ittierre dopo l’ammissione di quest’ultima a concordato preventivo. Il nuovo appuntamento ora sara’ per la meta’ di febbraio, quando Ikf dovra’ presentare un’offerta vincolante o mollare la presa. Determinante sara’ l’esito della due diligence, ma anche l’eventuale nulla osta dei due tribunali competenti (quello di Isernia e quello di Milano), visto che Oti e’ nei fatti inadempiente: avrebbe dovuto far ripartire Ittierre, mentre l’arresto dell’imprenditore Antonio Rosati, a cui fa capo il 51% di Oti, con l’accusa di frode fiscale, e il fallimento della Albisetti di Antonio Bianchi, l’imprenditore comasco a cui faceva capo Ittierre, e che ha il 49% di Oti, hanno provocato un brusco stop prima ancora della effettiva riapertura dei cancelli.

Potrebbe interessanti anche:

Ferrazzano, petali di fiori e una canzone di Irama per l’addio a Marco Di Palma

Petali di fiori sulla strada per l’ultimo viaggio nel suo paese. Ferrazzano ha salut…