Nell’ambito dei controlli territoriali finalizzati alla tutela e alla salvaguardia del patrimonio ambientale, una pattuglia del Comando stazione Forestale di Venafro ha proceduto al sequestro penale di due strade, per uno sviluppo lineare complessivo di circa 300 m, e un piazzale, esteso circa 140 mq, realizzati con materiale misto stabilizzato, su un fondo agrario di proprietà privata sito in località “Colle Site” nel comune di Sesto Campano. Il proprietario del fondo, infatti, a seguito dei controlli documentali da parte degli agenti è risultato sprovvisto del necessario permesso di costruire rilasciato dall’Amministrazione comunale. Le opere hanno comportato un’alterazione sostanziale e definitiva dell’assetto urbanistico-territoriale e, per questo motivo, dovevano essere autorizzate anche dalla Regione ai sensi della vigente normativa paesaggistico-ambientale, ma anche in questo caso non è risultato avviato nessun procedimento autorizzativo. Per le irregolarità riscontrate in materia di abusivismo edilizio e violazione del vincolo paesaggistico, aventi rilevanza penale, gli agenti della Forestale hanno posto sotto sequestro dette opere e deferito l’uomo all’Autorità Giudiziaria. L’abusivismo edilizio è un fenomeno tristemente diffuso nel nostro Paese, che causa non pochi danni al patrimonio paesaggistico e culturale, comportando talvolta un notevole degrado.

Potrebbe interessanti anche:

A Civitanova torna la “coppa” con carne e patate

Il 19 e 20 agosto a Civitanova del Sannio torna l’evento “Carne e patate sott alla coppa”.…