34.9 C
Campobasso
domenica, Luglio 14, 2024

Consiglio regionale del Molise: 14 Gruppi, 11 composti da una sola persona. Benvenuti al Banana Club

AperturaConsiglio regionale del Molise: 14 Gruppi, 11 composti da una sola persona. Benvenuti al Banana Club

di PASQUALE DI BELLO

In tempi di tagli alla spesa, il Molise si permette il lusso sfrenato di ben undici gruppi monocellulari sui quattordici presenti in Consiglio regionale. Un costo esorbitante di milioni di euro dilapidati in barba ad ogni logica amministrativa e istituzionale.

Che da qualche parte vi fosse un club delle banane, era un sospetto che avevamo da tempo. Localizzarlo, tuttavia, non è stato semplice. Fuori dalle rotte e dai navigatori, il Banana Club, una sorta di Bilderberg della giungla, è restato celato per decenni. Poi, la notte scorsa, a cavallo tra i due anni, una congiunzione astrale irripetibile ha consentito ad una equipe di marziani di individuarlo in maniera inequivocabile. Via IV novembre 87, Campobasso: questo l’indirizzo esatto apparso sui calcolatori interstellari degli omini verdi con il naso a trombetta.

Incuriositi da quello strano frutto ricurvo, lungo e sodo, apparso sui loro monitor, gli abitanti di Marte hanno subito allestito una spedizione sbarcata sulla Terra la notte del 31 dicembre scorso. Complici il ghiaccio, le feste e il sonno della guardia giurata sepolta nella guardiola, i marziani si sono introdotti senza alcuna difficoltà in quella che, con loro sommo stupore, si è rivelata essere anche la sede del Consiglio regionale del Molise. Ciò che in un primo momento è apparso un fatto inspiegabile, ad un esame più attento si è rivelato invece solo un problema di traduzione. Quello che su Marte si chiama Banana Club, sulla Terra si dice Consiglio regionale del Molise ed il segreto è presto svelato.

Scendendo dal banano e mettendo i piedi a terra, basta fare i conti. Su quattordici gruppi presenti in Consiglio, ben undici sono quelli monocellulari, costituiti cioè da un solo consigliere. Fanno parte di questo ossimoro istituzionale i seguenti Gruppi (tra parentesi il consigliere componente): Costruire Democrazia (Filippo Monaco), Grande Sud (Salvatore Micone), Gruppo Misto (Nunzia Lattanzio), Il Molise (Michele Iorio), Il Molise di tutti (Paolo di Laura Frattura), Partito dei Comunisti italiani (Salvatore Ciocca), Rialzati Molise (Vincenzo Cotugno), Sinistra Ecologia e Libertà (Domenico “Nico” Ioffredi), UDEUR Popolari (Vincenzo Niro), Unione di Centro (Giuseppe Sabusco), Unione per il Molise (Vittorino Facciolla).

Vediamo adesso come in che condizioni versano gli altri Gruppi. L’Italia dei Valori, formalmente presente sulla carta, di fatto, come noto, in Molise non esiste più. I principali componenti sono tutti fuggiti insieme al commissario Basettoni, compreso il consigliere Cristiano Di Pietro che (dal sito del Consiglio) vi risulta ancora iscritto. Ancora iscritta al Gruppo del Pdl, risulta anche Angela Fusco, trasferitasi invece nel Nuovo Centro Destra. Al netto di Fusco e Di Pietro, diventano monocellulari anche questi ultimi due gruppi, rimanendo nel Pdl il solo Nicola Cavaliere e nell’’Idv Carmelo Parpiglia. Si salvano solo in due: il PD, con i consiglieri Francesco Totaro, Domenico Di Nunzio, Michele Petraroia e Massimiliano Scarabeo; e il Movimento 5 Stelle, con Antonio Federico e Patrizia Manzo.

Risalendo il banano, adesso, resta da fare una considerazione di fondo. Specie in tempi come questi in cui ci si riempie la bocca a colazione, pranzo e cena con due paroline: spending review. Taglio della spesa. Ne ha parlato anche il presidente Frattura nel corso della conferenza stampa di fine anno. Undici gruppi monocellulari, significano undici pesantissime spese di apparati, segreterie e costi generali. Basterebbe una piccola modifica alle norme che regolano il funzionamento e la composizione del Consiglio per risparmiare qualche milione di euro. Si continua a concionare di autonomia regionale ma forse è venuta l’ora che qualcuno da Roma, oltre all’autonomia, tagli pure il banano.

Ultime Notizie