Home Attualità Berlusconi: «Al Quirinale figura condivisa. Noi voteremmo Amato»
Attualità - Italia - Politica - QD - 29 Novembre 2014

Berlusconi: «Al Quirinale figura condivisa. Noi voteremmo Amato»

«Sono partigiano» sorride Berlusconi, nel senso che è di parte: «E partigianamente penso che prima venga l’elezione del presidente della Repubblica e poi vengano le riforme». Renzi è servito, è proprio quello che non voleva sentirsi dire. Ma visto che il premier sulla legge elettorale aveva «modificato il patto in corso d’opera», il Cavaliere ha deciso di prendersi la rivincita, e approfittando dell’imminente corsa per il Colle chiede ora di cambiare il timing: intanto si stringa l’accordo sul prossimo inquilino del Quirinale, dopo si chiuderà l’intesa sull’Italicum e le riforme costituzionali. È chiaro che non è più la stessa cosa.

leggi tutto su Il Corriere della Sera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Concorso presidi: il mistero del file audio che contiene indiscrezioni sulla decisione che il Consiglio di Stato deve assumere

di Piacentino Salati Si allungano ombre sulla sentenza che il Consiglio di Stato sta per a…