Home Attualità Incidente sulla Bifernina: perde la vita Gianni Oriente, giornalista di Campobasso
Attualità - Evidenza - QD - Regione - 27 Novembre 2014

Incidente sulla Bifernina: perde la vita Gianni Oriente, giornalista di Campobasso

di GIOVANNI DI TOTA

E’ stata una delle voci storiche della nostra Tv e per Radio Luna ha seguito con le sue cronache la squadra di  Basket del capoluogo, Giornalista per passione, bancario di professione, Gianni Oriente ha perso la vita in un drammatico incidente stradale.

Tornava a casa dopo una giornata di lavoro in banca, fuori Campobasso e come ogni giorno stava percorrendo la fondovalle del Biferno, in uno dei tratti più pericolosi dell’intero tracciato.

Passato il bivio della Fresilia, la strada che collega la bifernina con il Molise interno, e pochi chilometri prima del bivio di Casalciprano, l’Alfa di Gianni Oriente ha tamponato il rimorchio di un trattore che trasportava balle di fieno. Nell’impatto l’uomo di 60 anni, conosciutissimo in città, non ha avuto scampo. Quando poco dopo sono arrivati i soccorritori del 118 Oriente non respirava già più. Il sole era già calato, poco dopo le 17, quando all’uscita di una curva l’uomo alla guida dell’Alfa Romeo si è trovato davanti quel trattore, all’improvviso. Forse una distrazione, forse un sorpasso azzardato e quella strada, fatta centinaia di volte, per quell’impiegato di banca è diventata una trappola mortale.

L’urto, tra l’auto del 60enne e il mezzo agricolo è avvenuto sulla stessa corsia. Troppo poco lo spazio a il tempo a disposizione per evitarlo e lo schianto, tremendo, tra l’alfa e il trattore è costato la vita a Gianni Oriente.

Vigili del fuoco e polizia stradale insieme ai carabinieri sono intervenuti per i rilievi. Solo dopo aver analizzato le tracce e i mezzi si potrà capire in che modo e perché l’auto si è scontrata con quel trattore. La notizia della sua improvvisa scomparsa ha lasciato sconcertati amici e colleghi che ne hanno sempre apprezzato le doti umane e professionali. Gianni è stato un bravo collega. Era un uomo buono e mite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Majorana-Fascitelli, il commosso saluto agli studenti della preside Di Nezza

Carissimi, come da consuetudine rivolgo il mio saluto istituzionale alla comunità educativ…