I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Termoli  nella giornata di ieri hanno tratto in arresto una persona e denunciato in stato di libertà altre due che si aggiravano nei pressi di una banca del centro. Il servizio è scattato già nalla giornata di giovedì, quando i militari avevano raccolto fondate notizie circa la presenza di alcune persone sospette nel centro che si aggiravano nei pressi di alcuni istituti bancari.

Immediato il piano antirapina con diverse pattuglie dislocate sul territorio, con il preciso intento  di identificare le persone sospette e capirne le intenzioni.

Proprio nella mattinata di venerdì i Carabinieri hanno individuato l’auto e bloccato i soggetti a bordo di una Fiat Marea SW e dai controlli  eseguiti hanno accertato che in un caso si trattava di un sorvegliato speciale di Bari con obbligo di soggiorno proprio in quel comune, pertanto, è stato immediato l’arresto in flagranza per la violazione degli obblighi imposti dal provvedimento.

Le indagini immediate hanno consentito di accertare anche i motivi della presenza dei tre soggetti nei pressi degli istituti bancari. Infatti  è emerso  che lo stesso, con gli altri due complici poco prima, avevano seguito e raggiunto un signore anziano che aveva prelevato dei soldi in banca. Li scattava il piano del raggiro che avrebbe potuto portare la vittima a vedersi sottrarre tutto il denaro, ricorrendo alla truffa dello yogurt.

In pratica sporcando gli abiti  del malcapitato che avevano fermato e vestendo i panni dei buoni samaritani, avevano cercato di aiutare la vittima, un settantenne termolese, distraendola, per poi sottrargli il portafogli con delle sottili pinzette. Il piano però non è andato a buon fine. E sui tre sono piombati i Carabinieri a fermarli. Per il sorvegliato,  sono scattate le manette mentre per gli altri due, un 62enne ed un 65enne,  è scattata la denuncia in stato di libertà per tentato furto aggravato in concorso.

Potrebbe interessanti anche:

Giuseppe Iaciofano, molisano d’origine lancia il suo brand: “Ero una drag queen. Ora vivo di moda a Londra”

Giuseppe Iaciofano parla oggi della sua vita e del suo percorso professionale costellato n…