Sono cominciati questa mattina, al tribunale di Isernia, gli interrogatori di garanzia delle persone coinvolte nell’inchiesta sui presunti maltrattamenti avvenuti all’interno della residenza socio-assistenziale di Montaquila. Un operatore della struttura, difeso dall’avvocato Massimiliano Di Grezia, si è avvalso della facoltà di non rispondere, mentre i due indagati difesi dagli avvocati Raffaele Teodoro e Angelo Cutone hanno risposto alle domande del giudice per le indagini preliminari, Elena Quaranta. Tra loro anche un’infermiera professionale, che tra l’altro nei giorni scorsi ha presentato le proprie dimissioni da Villa Flora. Per i loro assistiti i due legali isernini hanno chiesto al revoca dei domiciliari o comunque misure meno afflittive. Un quarto interrogatorio è stato invece rinviato a giovedì: l’avvocato Franco Mastronardi ha infatti chiesto qualche giorno in più per studiare più a fondo la documentazione acquisita in Procura. Gli interrogatori riprenderanno mercoledì mattina. Sarò ascoltato anche Franco Rossi, responsabile della struttura di Montaquila.

Potrebbe interessanti anche:

Olive taggiasche in salamoia, il top brand dell’agroalimentare ligure: il ricercatore di Trivento Gino Ciafardini nel team che rivoluzionerà il processo di conservazione

Olive taggiasche in salamoia, il top brand dell’agroalimentare ligure: il ricercatore di T…