In attesa degli interrogatori di garanzia – i primi sono previsti lunedì – gli avvocati della difesa cominciano a delineare le prime strategie per smontare quelle accuse che oltre a far leva sulle immagini che hanno fatto il giro d’Italia, si basano anche su intercettazioni telefoniche ritenute particolarmente scottanti. I legali hanno già chiesto l’acquisizione dei filmati integrali girati all’interno di Villa Flora: “Per avere un’idea più precisa non basta qualche spezzone, sono necessarie le sequenze complete”, ha detto Franco Mastronardi, uno degli avvocati di Franco Rossi, titolare della struttura di Montaquila e sindaco del paese. Il legale isernino ha inoltre spiegato che il risalto dato da alcuni programmi televisivi nazionali alla morte di un ospite di Villa Flora (avvenuta in ospedale) è stato fuori luogo: “Per quella vicenda – ha detto Mastronardi – il dottor Rossi era stato prosciolto già nella fase istruttoria, non si era cioè nemmeno arrivati al processo”. Oltre che dal legale isernino il titolare della residenza assistenziale è difeso da Marco Franco, del foro di Roma, mentre a sorpresa si è registrata la clamorosa rinuncia da parte dell’avvocato Arturo Messere: “Ringrazio il dottor Rossi per la fiducia accordatami, essendo stato il primo a essere nominato. Ma a seguito dei gravosi impegni già assunti, sono costretto a rinunciare”, ha detto in maniera sibillina il legale campobassano. Nel frattempo la vicenda di Montaquila continua a far discutere non solo in tv o sui social network, ma anche a livello politico: il deputato del Pd, Elena Carnevali, ha presentato un’interrogazione al ministro della Salute Beatrice Lorenzin, sottoscritta anche dal parlamentare molisano Laura Venittelli. Che oltre a complimentarsi con gli inquirenti ha espresso solidarietà ai pazienti. Mentre Tiziano Di Clemente, responsabile del Partito Comunista dei Lavoratori, punta il dito contro la privatizzazione della sanità: il profitto – ha detto – è incompatibile con la salute delle persone.

Potrebbe interessanti anche:

Olive taggiasche in salamoia, il top brand dell’agroalimentare ligure: il ricercatore di Trivento Gino Ciafardini nel team che rivoluzionerà il processo di conservazione

Olive taggiasche in salamoia, il top brand dell’agroalimentare ligure: il ricercatore di T…