Con il ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina, intervenuto alla Festa dell’Unità, di scena in questi giorni a Monteroduni, ha posto l’attenzione sul futuro del settore. Il primo treno sul quale salire è quello dell’Expo di Milano: c’è posto anche il Molise. Se ne sta infatti discutendo in sede di Conferenza Stato-Regioni. Si stanno studiano una serie di itinerari che coinvolgano tutti gli itinerari, al tempo stesso sarà garantita la presenza nei padiglioni espositivi dell’Expo, ha detto il ministro. Altrettanto importante per il rilancio del settore – anche guardare a Bruxelles. Se da un lato l’Unione europea sembra penalizzare le produzioni di qualità italiane, dall’altro offre anche delle opportunità, è il parere del ministro: nei prossimi anni ci sono miliardi di finanziamenti disponibili, ha ricordato. Martina ha accennato anche al futuro della Gam di Bojano e dello Zuccherificio di Termoli. Ma chi si aspettava risposte certe – anche ad esempio sull’ipotesi delle cooperative – è rimasto deluso. Ha parlato di un generico impegno, sottolineando comunque che in questi comparti bisognerà puntare molto sull’innovazione e quindi su nuovi progetti. 

Potrebbe interessanti anche:

“Caso Bari”, si squarcia la cappa di silenzio. Frattura e Di Pardo finiscono in cronaca nazionale

A squarciare una cappa di silenzio, durata oltre sette anni, c’ha pensato la stampa …