Nel corso di due distinte operazioni condotte dai carabinieri in  provincia di Isernia, sono state tratte in arresto due persone colpite da mandati di cattura. Ad Agnone, è stato tratto in arresto l’ottantenne che, pur se ristretto ai “domiciliari” per il reato di tentato omicidio, commesso nei pressi di una chiesa lo scorso mese di agosto, durante i funerali del figlio, si era più volte allontanato indebitamente dalla propria abitazione. La Procura della Repubblica di Isernia ha così emesso un ordinanza di custodia cautelare in carcere, a seguito della quale l’uomo ricercato anche nel corso della notte, dopo essere stato rintracciato all’interno di un casolare ubicato ad alcuni chilometri di distanza dalla sua abitazione, è stato accompagnato in caserma e dopo le formalità di rito trasferito   presso la Casa Circondariale di “Ponte San Leonardo”.  Ad Isernia, inoltre, i carabinieri hanno dato esecuzione ad una Ordinanza di Custodia Cautelare emessa nei confronti di un 30enne originario di Boscoreale in provincia di Napoli e residente a Castelvolturno, il quale alcuni giorni fa era evaso dagli arresti domiciliari, cui si trovava sottoposto, per reati in materia di stupefacenti.

Potrebbe interessanti anche:

Covid, scende la curva del contagio. Intanto Toma approva il decreto che prevede 50 milioni del Por

Non accadeva da settimane: numero di casi inferiore a 100 e tasso di positività che scende…