Home Apertura Rapporto Svimez 2014, Molise in piena recessione. Ruta: il Mezzogiorno deve essere al centro delle politiche nazionali ed Europee
Apertura - Evidenza - 31 Luglio 2014

Rapporto Svimez 2014, Molise in piena recessione. Ruta: il Mezzogiorno deve essere al centro delle politiche nazionali ed Europee

di ANNA MARIA DI MATTEO

Sono impietosi e al tempo stesso preoccupanti i dati emersi dal Rapporto Svimez 2014 sull’economia del Mezzogiorno.

Un Mezzogiorno piegato dalla crisi, in piena recessione dal 2008, con una diminuzione del Pil del 13,3%, rispetto al 7 del Centro nord.

Gli investimenti nei settori dell’agricoltura e dell’industria sono crollati del 50%, mentre sono scesi di oltre il 26% in quelli dei servizi e delle costruzioni.

Un bollettino di guerra dal quale non è escluso il Molise, che dal 2008 al 2013 è stato pesantemente colpito dalla recessione, registrando una riduzione del Prodotto interno lordo del 16,5%. Regione alla quale spetta il record negativo e che lo scorso anno  ha subìto una riduzione del 3,2%.

Una situazione dalla quale, inevitabilmente, dipende anche l’emergenza lavoro che nel Molise ha assunto livelli drammatici.

Secondo lo Svimez nel periodo compreso tra il 2008 ed il 2013 , in Italia si è perso un milione di posti di lavoro,  quasi 600mila al Sud. In cinque anni il numero delle famiglie povere è passato da 443mila ad  un milione.

Questa, dunque, la fotografia scattata dallo Svimez. E le previsioni non inducono all’ottimismo, con un segno ancora negativo per il 2014 ed il 2015 per le regioni del Sud contro una timida ripresa per il centro e il nord.

-0.7% per Molise e Puglia, ed occupazione in in calo dell’ 1,1% per il 2014 e dello 0,7 per il 2015.

Solo la cassa integrazione, per la quale il numero delle ore è quadruplicato, è riuscita, in qualche modo, ad ammortizzare le conseguenze  della crisi.

«Di fronte ad uno scenario così devastante occorre un cambio di rotta totale che metta il Mezzogiorno al centro delle politiche economiche e d’investimento del Governo e dell’Europa – ha commentato il senatore Roberto Ruta,che ha partecipato alla presentazione dei dati dello Svimez – Questi dati impongono uno scatto d’orgoglio collettivo. L’impegno del singoli – ha aggiunto il parlamentare – non è sufficiente. Serve un gioco di squadra, cambiando approcci e prospettive. Solo tutti insieme possiamo provare a contrastare la desertificazione industriale ed umana che sta uccidendo la speranza delle nuove generazioni», ha concluso Ruta.

E sui dati dello Svimez è intervenuta la parlamentare del Pd Laura Venittelli che, oltre a sollecitare interventi che colmino in maniera definitiva il gap infrastrutturale del Sud, ha anche ricordato come il Governo abbia annunciato lo stanziamento di 16 miliardi per il Mezzogiorno nei prossimi due anni nell’ambito del programma di coesione.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Sessano. La “Serena Senectus” dona defibrillatore al Pronto Soccorso di Isernia

Gesto di vicinanza socio/umanitaria a chi sta lottando nel presente momento di difficoltà …