di MANUELA IORIO Eventi, mostre, convegni e manifestazioni culturali e artistiche off limits per la galleria civica di Termoli durante tutto il periodo della campagna elettorale. Lo ha deciso il commissario prefettizio Laura Scioli che con un provvedimento ha regolamentato l’utilizzo degli spazi comunali, così come prevede la legge, per il periodo delle elezioni. I locali prescelti sono proprio quelli di piazza Sant’Antonio, che saranno a pagamento. Fissato un tetto di 50 euro per tutta la giornata dalle 9 alle 16 e di 25 euro per meta giornata, a scelta gli orari: dalle 9 alle 13 o dalle 16 alle 19. Gli spazi saranno concessi con richiesta scritta al Comune da presentare almeno cinque giorni prima dell’evento. Dunque dal 26 aprile, giorno di indizione dei comizi elettorali fino alle elezioni del 25 maggio e poi l’eventuale ballottaggio dell’otto giugno la galleria sarà esclusivo appannaggio di appuntamenti elettorali. La decisione ha fatto storcere il naso ad associazioni e cittadini che già avevano programmato alcuni eventi culturali in quel periodo, soprattutto considerando il fatto che i locali di piazza Sant’Antonio sono gli unici spazi pubblici disponibili in città. E’ il caso del circolo “le Lettrici”, che aveva impegnato la Galleria per il 3 maggio e che adesso dovrà ripetere la procedura sperando che per quel giorno nessuno partito o candidato faccia richiesta della sala. Giulia Cannito che fa parte dell’associazione chiede al commissario di restiuire la galleria alla sua destinazione culturale anche durante la campagna elettorale e che possa essere cercata una soluzione diversa per la politica. “Che la politica si ponga una volta tanto al servizio della cultura e della sua promozione e non viceversa” conclude Giulia Cannito.

Potrebbe interessanti anche:

Pescolanciano, il Sindaco Manolo Sacco nomina la sua giunta

Grande riconferma alle amministrative 2021 per Manolo Sacco, già Sindaco di Pescolanciano …