“Ho convocato per oggi la segreteria del Pd, perché la mia scelta di partito nuovo è condividere collegialmente le decisioni da assumere. Senza la discussione e il confronto, non si fa partito, movimento, gruppo, ma personalismi. Prima di oggi e di questa condivisione, ho pertanto preferito non esporre pubblicamente alcuna scelta del Pd nelle vicende delle primarie di Campobasso e Termoli, delle amministrative degli altri 55 comuni del Molise e delle elezioni europee”.
La neo segreteria, insediatasi da poco più di un mese, ha verificato una situazione critica, dove la frammentarietà delle situazioni territoriali non giova. Tuttavia abbiamo il metodo delle primarie: dalla discussione e dalla partecipazione di tutti, usciremo ancora rafforzati. Intanto, abbiamo avviato la semina di una nuova classe dirigente giovane e continueremo in questa direzione.
Insieme alla segreteria, abbiamo condiviso i seguenti punti:
1.Le persone prima
“Abbiamo organizzato primarie aperte. Il metodo è di massima democraticità, per far tornare i cittadini i veri giudici delle scelte. Le persone devono partecipare e scegliere. Garantiamo così la massima rappresentatività della volontà popolare”.
2.Per le comunali via i 2 euro.
“Scegliere i rappresentanti locali non è solo una questione ideologica e politica, ma è anche una necessità pratica. L’amministratore locale incide in maniera forte sulla vita quotidiana; per questo, per massimizzare la qualità delle proposte e la partecipazione alle primarie, la segreteria ha voluto e ricercato con forza l’eliminazione delle “barriere al voto”, come il pagamento dei due euro. A tal fine, ha condiviso quanto fatto dal circolo di Termoli e individuato i metodi perché ciò avvenga a Campobasso, assumendosi in pieno, ove necessario, in proprio l’impegno finanziario”.
3.Le idee più importanti degli uomini.
“Apriamo da domenica a Campobasso una sessione importante di discussione tra i candidati del Pd. Siamo convinti che le idee e i programmi siano molto più importanti dei personalismi. Apriremo un laboratorio di contenuti, progetti, riflessioni, proposte concrete. I cittadini sceglieranno il loro candidato sulla base delle soluzioni che proponiamo. Viviamo una situazione socio-economica difficile, le persone vogliono conoscere le nostre proposte di rilancio e noi dobbiamo condividerle e migliorarle con loro”.
4.Uniti per cambiare le città.
“La segreteria ringrazia tutti i candidati, chi ha ritenuto di avanzare la propria candidatura e fare un passo indietro e chi arriverà al traguardo del 6 aprile. A tutti rivolge un enorme ‘grazie’ per la fiducia verso il centrosinistra. Rivolge, altresì, l’invito alla massima collaborazione fra loro, ora che la sfida entra nel vivo: perché la partita vera è quella che verrà a fine maggio e cioè contro il centrodestra. I concorrenti in campo condividono valori, progetti e metodi democratici del centrosinistra, e fra di loro hanno assunto l’impegno a sostenersi reciprocamente all’esito delle primarie. Allo stato, questa lealtà è massima ed è il miglior ‘invito’ a votare per noi. Solo la granitica unità che candidati e tifosi sapranno dimostrare può convincere gli elettori a stare con noi e condividere le nostre proposte di rilancio. Più saremo compatti in questo passaggio entusiasmante e delicato, più saremo forti successivamente”
5.Il PD alle primarie è con i candidati del PD.
“Abbiamo una rosa di candidati estremamente valida. Tutti con esperienza e ottime competenze per poter ben amministrare sia Termoli che Campobasso. La segreteria del PD sostiene le candidature del Partito Democratico; non parteggia per alcuno dei candidati del medesimo partito, ma ne appoggia l’impegno di ciascuno”.
6.Le segreteria fuori dai “rumors” politici.
“Non si sono commentate e non lo si farà per il futuro, le indiscrezioni, le voci, le ricostruzioni dei professionisti amici della stampa, a volte veritiere, altre molto fantasiose. Fa parte del lavoro degli organi di informazione, che ringraziamo per l’attenzione che stanno dedicando alle nostre attività: a loro spetta anche il corretto tentativo di solleticare, a noi quello di evitare di rincorrere commenti per mantenere un profilo di sobrietà che la serietà e la responsabilità del ruolo e della competizione in atto impongono”.
7.Solo insieme possiamo ripartire.”
Invitiamo tutti a mobilitarsi per un impegno verso il centrosinistra, perché le amministrazioni locali siano capaci di progetti lungimiranti e di soluzioni quotidiane alle forti esigenze che nei piccoli paesi e nelle due città avvertono gli anziani, i bambini, le famiglie senza reddito, i troppi giovani a cui dobbiamo riconsegnare con una politica di proposte e fatti un testimone di speranza. In molti guardano alla sfida del Governo italiano a guida centrosinistra come una grande occasione. La medesima fiducia va riposta nei nostri candidati che saranno chiamati a sostenere questo progetto a livello europeo, e in quelli chiamati a far cambiare verso al destino dei nostri paesi e delle nostre città”.

Micaela Fanelli, segretario Pd

Potrebbe interessanti anche:

San Casto primo evangelizzatore della diocesi di Trivento, oggi 4 luglio le celebrazioni

San Casto primo evangelizzatore della diocesi di Trivento, oggi 4 luglio le celebrazioni. …