I carabinieri della stazione di Castel San Vincenzo, nell’ambito di una serie di servizi finalizzati alla prevenzione e repressione di reati in materia di inquinamento ambientale, hanno proceduto al controllo, a Cerro al Volturno, dell’area di proprietà demaniale dove insiste il viadotto Rio, ormai chiuso al traffico. Nel corso di tali accertamenti i militari hanno avuto modo di constatare che tutta l’area adiacente era stata utilizzata da ignoti come discarica per lo stoccaggio di rifiuti comuni e speciali anche provenienti da lavori di demolizione, in totale violazione della normativa ambientale. Tra l’altro è stato rinvenuto un ingente quantitativo di lastre di eternit, frantumate ed esposte agli agenti atmosferici, quindi particolarmente pericolose per la salute pubblica in caso di inalazione delle polveri. Dopo aver fatto intervenire l’Arpa Molise per la campionatura dei rifiuti, i militari hanno proceduto al sequestro del viadotto e dell’area circostante, informando contestualmente la Procura della Repubblica di Isernia.

Potrebbe interessanti anche:

Una famiglia alla guida della Caritas di Termoli-Larino

Il vescovo, mons. Gianfranco De Luca ha nominato i coniugi, il diacono Vito Chimienti e su…