Home Attualità Governo Frattura, la minoranza attacca : servono risposte per i cittadini. I progetti ci sono e sono validi
Attualità - Evidenza - Politica - QD - 27 Febbraio 2014

Governo Frattura, la minoranza attacca : servono risposte per i cittadini. I progetti ci sono e sono validi

“In Molise nulla si crea e tutto si distrugge”. Questo l’attacco della minoranza all’operato del governatore Frattura e della sua Giunta . I consiglieri regionali Angela Fusco Perrella e Nicola Cavaliere denunciano il perdurante immobilismo che da oltre un anno caratterizza la vita amministrativa della Regione, più preoccupata ad occuparsi di rimpasti ed azzeramenti, vicende, queste, che non interessano i cittadini.

“L’incertezza palpabile che regna sovrana da un anno a questa parte – dicono i consiglieri – danneggia di certo non la classe politica ma il cittadino. I molisani, lo diciamo da tempo e lo ribadiremo fino allo sfinimento, dall’attuale Giunta vogliono risposte, progetti concreti per una ripartenza seria e programmata, interventi risolutivi e non palliativi (in un anno l’indotto industriale è stato annientato, in cambio di ammortizzatori sociali a iosa!). Gli argomenti attuali della Giunta Frattura  – proseguono – davvero hanno poco a che vedere con la vita e con le problematiche di tutti i giorni. I progetti, lo ripetiamo, ci sono. Sono validi. E sono stati elaborati  dalla precedente legislatura. Ma, come ormai è consuetudine, nulla si muove”.

Gli esponenti della minoranza chiedono, dunque, di attivare progetti già esistenti, sviluppati dalla precedente legislatura, che potrebbero permettere una ripresa dell’economia molisana. A tal proposito è stata presentata una mozione urgente relativa alla realizzazione di intereventi per favorire l’attrattività del territorio regionale e la valorizzazione del patrimonio storico-culturale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Majorana-Fascitelli, il commosso saluto agli studenti della preside Di Nezza

Carissimi, come da consuetudine rivolgo il mio saluto istituzionale alla comunità educativ…