Ventata di speranza in arrivo per lo stabilimento Fiat di Termoli, dove secondo quanto riportato da un articolo del Corriere verrà prodotto il motore Multiair che verrà montato sulla nuova baby-jeep della Chrysler che a giorni, il 4 marzo, verrà presentata al salone di Ginevra, la più importante fiera del settore. Stando alle notizie che sono trapelate il modello progettato negli Stati Uniti, sarà assemblato nello stabilimento di Melfi, ma il motore sarà appunto fornito dall’impianto termolese. Quello a benzina, perché il diesel, invece, arriverà da Pratola Serra. Si tratta di uno “small suv”, così è stato ribattezzato, che si inserisce in una fascia di mercato sempre più eterogenea, posizionandosi al terzo posto dopo le citycar e le utilitarie, superando le berline compatte. Tra le sue caratteristiche ci sono un dispositivo che disconnette la trazione posteriore e il cambio automatico a nove rapporti. Il nome non è stato ancora deciso. Intanto la notizia ha inferto una sferzata di buonumore nello stabilimento di Termoli, alle prese negli ultimi mesi con continui e ininterrotti cicli di cassa integrazione e dove da anni i sindacati chiedono investimenti. L’azienda è la più grande del Molise e dà lavoro a 2.500 persone.

Potrebbe interessanti anche:

Isernia, chiude il cinema Lumière: il gestore annuncia azioni legali

Un atto dovuto. Così il sindaco Piero Castrataro ha definito la lettera inviata al gestore…