Dalle tasse sempre più pressanti da pagare, a come rilanciare il commercio e dunque anche il turismo. Di questo si è parlato in un incontro organizzato dalla Confcommercio a Termoli insieme all’amministrazione comunale, rappresentata dal vicesindaco Enzo Ferrazzano e dall’assessore Michele Cocomazzi. Diversi gli operatori che hanno risposto all’appello dai balneatori, ai ristoratori, ai titolari di piccole attività. Differenti le esigenze tra chi ha sottolineato la necessità di creare più eventi per attrarre turisti durante tutto l’anno e chi invece ha puntato il dito contro le tasse, con i balneatori che hanno fatto notare l’eccessiva pressione dei tributi locali, superiori anche ai canoni demaniali. Fernando Lafratta, presidente della Confcommercio di Termoli, ha chiesto di rilanciare il settore, in considerazione del fatto che il Basso Molise rappresenta la locomotiva economica della regione.
Gli assessori Ferrazzano e Cocomazzi hanno ascoltato, fatto proposte e ricordato quanto fatto dall’Amministrazione in termini di commercio. “Non è il primo incontro che facciamo con la confcommercio e abbiamo sempre accolto le istanze cercando di andare incontro agli operatori. Abbiamo portato in consiglio il regolamento su ambulanti e posti fissi e risolto il problema della fiera mensile. Ora porteremo in assise il nuovo regolamento che percepisce la normativa nazionale”.

Potrebbe interessanti anche:

Moving ad Agnone, i professori dell’Unimol presentano i risultati della ricerca sulla filiera lattiero-casearia

Domani, 29 maggio 2022, presso la sede del Comune di Agnone, nell’ambito del progetto Hori…