Home Apertura Terremoto, torna la paura anche in Molise. Scuole chiuse a Bojano. Gli esperti: impossibile prevede una scossa più forte. Ma la zona è altamente a rischio
Apertura - Attualità - QD - 20 Gennaio 2014

Terremoto, torna la paura anche in Molise. Scuole chiuse a Bojano. Gli esperti: impossibile prevede una scossa più forte. Ma la zona è altamente a rischio

di  ANNA MARIA DI MATTEO

La scossa, quella più intensa, la prima di una lunga serie, questa mattina alle 8,12, proprio mentre stanno per cominciare le attività scolastiche e quelle lavorative.

Il terremoto torna a fare paura anche in Molise, come lo scorso 29 dicembre. Magnitudo 4.2 l’intensità del sisma, localizzato nel distretto sismico Monti del Matese, tra il Molise e la Campania, ad una profondità di quasi 18 chilometri.

La replica, alle 8,21 di magnitudo 2.6 e poi ancora altre. Un susseguirsi di scosse, solo una più intensa, di 3.7 gradi della scala Richter alle 8,55. Scosse che gli esperti definiscono di assestamento.

In Molise al momento non si registrano danni, anche se sono in corso verifiche da parte dei tecnici. Al lavoro Vigili del Fuoco e Protezione Civile, impegnati in un monitoraggio  capillare sul territorio.

Scuole chiuse a Bojano, dove il terremoto ha creato il panico tra studenti e genitori. I ragazzi stavano per entrare in classe quando si è verificata la prima scossa, provocando il fuggi fuggi generale.

Il primo cittadino, Antonio Silvestri, ha firmato l’ordinanza di sospensione delle lezioni in via precauzionale. «Al momento – ha riferito – non si registrano danni, ma ho ritenuto chiudere gli istituti scolastici per dare tranquillità ai nostri concittadini. Sono tuttavia in corso le verifiche dei tecnici».

Nessun danno, al momento, anche a Campobasso. Nel capoluogo il sisma è stato avvertito dalla gente che è scesa in strada. Caos davanti alle scuole. Molti genitori hanno deciso di riportare i figli a casa, ma le scuole sono rimaste aperte regolarmente, a parte l’Istituto industriale, e la scuola elementare D’Ovidio.

«L’attività didattica all’interno delle scuole va avanti regolarmente – ha precisato il sindaco Di Bartolomeo – Sono in corso le verifiche dei nostri tecnici su tutti gli edifici scolastici ma al momento non si segnalano danni. La situazione è sotto controllo», ha rassicurato il primo cittadino.

Nessun danno alle strade, mentre il treno diretto a Roma, è stato fermo per mezz’ora tra Isernia e Carpinone per consentire ai tecnici di verificare eventuali danni alla tratta ferroviaria.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Antonio Passanese aggredito e malmenato a Firenze

Il giornalista del Corriere Fiorentino, l’isernino Antonio Passanese, nostro collega…