Home Attualità Regione, tempo di bilanci. Il presidente Frattura si presenta alla stampa: ecco quello che abbiamo realizzato
Attualità - Evidenza - Politica - QD - 30 Dicembre 2013

Regione, tempo di bilanci. Il presidente Frattura si presenta alla stampa: ecco quello che abbiamo realizzato

Conferenza stampa di fine anno, convocata dal presidente della Regione Frattura. E’ stata l’occasione per tracciare il bilancio del suo primo anno da governatore del Molise.

Tagli alla spesa per 11 milioni di euro ed una macchina regionale riorganizzata all’insegna della spending review. Questi gli obiettivi raggiunti dal governo regionale ed evidenziati da Frattura che ha annunciato un 2014 che – ha detto – sarà ancora più rigoroso dell’anno che sta per chiudersi.

«Abbiamo mantenuto gli impegni assunti», ha precisato il presidente, che ha tenuto a precisare come la Regione abbia risparmiato su tutto, «persino il Bollettino ufficiale della Regione non sarà pù stampato e sarà solo telematico. Il risultato: si passa da 180mila euro a 20mila euro di spesa all’anno».

Non poteva mancare il tema che è di strettissima attualità: i costi della politica, con particolare riferimento alla vicenda delle indennità per i portaborse: «Rifarei tutto daccapo – ha dichiarato Frattura – All’articolo 7 avevano rinunciato molti di noi, prima delle polemiche. Mi auguro che tutti i consiglieri procedano alla restituzione di quanto percepito dopo il primo agosto – ha aggiunto – Da allora, dopo l’approvazione della legge 10, secondo il mio punto di vista, l’articolo 7 è illegittimo».

Sugli stipendi dei consiglieri regionali il governatore ha detto che la Regione si è adeguata ai tetti di spesa. «Se la Conferenza delle Regioni deciderà di rivedere questi tetti – ha proseguito – noi rivedremo anche le nostre indennità. Ed in merito all’altro tema che pure sta suscitando polemiche, vale a dire il prelievo dai vitalizi degli ex consiglieri, Frattura è stato lapidario: «Attendiamo la proposta del Parlamento ed in funzione di quella ci muoveremo».

Il presidente è andato avanti, toccando molti altri punti, tra cui le sedi che la Regione possiede a Roma ed a Bruxelles, ha annunciato la nuova sede della Protezione Civile, che dovrebbe sorgere nell’area di Selpaviana. Ed ancora: il deficit sulla sanità, con il difficile dialogo con i tecnici ministeriali, l’autostrada del Molise, con l’impegno della Regione  a non perdere le risorse. Infine l’annuncio dell’approvazione, in Giunta entro febbraio, della legge sull’editoria.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Il rito delle ceneri che ricorda le fragilità: celebrazioni in Cattedrale del vescovo De Luca

“Il rito delle sacre ceneri ci ricorda le nostre fragilità e le nostre precarietà ma propr…