Home Apertura Primarie PD: in Molise vince Renzi col 61%. Frattura: “Prossimo obiettivo, la segreteria regionale”
Apertura - Attualità - Idee e opinioni - Politica - QD - 9 Dicembre 2013

Primarie PD: in Molise vince Renzi col 61%. Frattura: “Prossimo obiettivo, la segreteria regionale”

di PASQUALE DI BELLO

In linea col risultato nazionale, Renzi vince anche in Molise con una larga affermazione. A lui vanno oltre il 61% dei consensi complessivi. Al candidato alternativo, Gianni Cuperlo, va il 29%.

I dati, nella loro asettica oggettività, parlano chiaro: Renzi stravince in Molise. Oltre che in Italia. Con 7963 voti, pari al 61% dei votanti complessivi (12421), il sindaco di Firenze sbarca anche sul territorio molisano. Più che doppiato il principale candidato antagonista, Gianni Cuperlo, a cui vanno 3666 preferenze, pari al 29% dei consensi. Fanalino di coda, Pippo Civati a cui vanno 1023 voti e una percentuale – considerate le poche schede nulle e bianche – che si aggira intorno all’8%. Eletti per Renzi all’Assemblea nazionale del Pd: Paolo di Laura Frattura, Micaela Fanelli e Maurizio Cacciavillani. Il quarto posto andrà alla lista invece collegata a Cuperlo. Da una prima analisi dei dati, Renzi vince ovunque salvo pochi comuni che, tra la provincia di Campobasso e quella di Isernia, possono contarsi con un palmo di mano. Netta l’affermazione renziana a Termoli, Campobasso, Isernia e nei principali centri molisani.

Questa la fotografia scattata numeri alla mano. Il dato politico, quello che Frattura ha commentato a caldo, è che i molisani “attraverso una grande partecipazione democratica  hanno scelto la proposta progressista, rispetto a quella del blocco conservatore”. Blocco conservatore, Frattura aveva definito quello facente capo a Gianni Cuperlo e rappresentato in Molise dai parlamentari Roberto Ruta e Danilo Leva. “Adesso si aprirà una fase nuova anche all’interno del partito qui in Molise – ha aggiunto il governatore – e il prossimo appuntamento sul quale ci confronteremo sarà la segreteria regionale. Anche per questa – ha concluso – è tempo di cambiamento e credo che gli schieramenti che si confronteranno saranno gli stessi visti in campo in questa occasione”.

 

Potrebbe interessanti anche:

Il Covid concede una tregua: nessun decesso. Scende il numero dei positivi. Solo a Termoli il contagio non si ferma

Nella giornata in cui il Molise entra in zona rossa, il bollettino quotidiano dell’Asrem r…