Home Attualità L’Italia si ferma: presidio pacifico al casello A14, in strada trattori e tir
Attualità - QD - Regione - 9 Dicembre 2013

L’Italia si ferma: presidio pacifico al casello A14, in strada trattori e tir

E’ partita a mezzanotte la protesta che sta portando in strada associazioni, movimenti e cittadini per manifestare contro le politiche del Governo che hanno ridotto un intero paese alla fame. E mentre in Italia è già il caos, soprattutto al Nord, come in Veneto dove è stata bloccata la circolazione in autostrada, o come a Torino dove i manifestanti hanno fermato i treni in stazione, in Molise la situazione è più tranquilla. Al presidio del casello A14 di Termoli, sono ancora pochi i manifestanti, ma nelle prossime ore il numero è destinato a salire. “Questa notte c’erano quasi 50 tir fermi, stamattina però sono dovuti ripartire. Io invito tutti a partecipare a questa manifestazione, chi pensa che il futuro dei propri figli è  a rischio non può rimanere a casa tranquillo” ha commentato Domenico Zeoli, presidente di Agririvoluzione. Al casello stazionano da questa notte per questioni di sicurezza pattuglie dei carabinieri e della polizia. In strada non solo agtricoltori, imprenditori e autotrasportatori, ma anche semplici cittadini, pensionati, disoccupati, precari che sentono il bisogno di dire basta. Tra loro anche uno studente arrivato da Isernia e il movimento a Difesa dei cittadini, rappresentato da Donato Frate: “Non possiamo non essere vicini a questa protesta in un momento così delicato e in cui c’è bisogno di sensibilizzare la popolazione”. Il presidio va avanti a oltranza. Intanto questa mattina a Termoli anche gli studenti con una manifestazione per le vie della città hanno fatto sentire la loro voce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessanti anche:

Fenomeni soprannaturali, il vescovo di Trivento, Claudio Palumbo, nomina una commissione di esperti in scienze umane e teologiche

Fenomeni soprannaturali, il vescovo di Trivento, Claudio Palumbo, nomina una commissione d…