Per la sua prima visita di Stato ha scelto l’Italia e il Molise il  presidente della Repubblica della Croazia, Ivo Josopovic, che in compagnia della moglie Tatiana e di due ambasciatori ha incontrato prima il presidente Napolitano e poi è venuto in Molise per conoscere le popolazioni dei tre comuni a minoranza linguistica Acquaviva, Montemitro e San Felice. Ad accogliere la delegazione nel primo centro sono stati gli studenti delle elementari che hanno intonato un’antica canzione della tradizione croata.”E’ molto importante per me venire qui dove 500 anni fa miei connazionali decisero di stabilirsi” ha dichiarato Josipovic che ha sottolineato l’importanza di mantenere i contatti e di tenere viva la tradizione e la lingua croata, che qui in Molise ha trovato più morbida e fluida rispetto a quella ora parlata in Croazia. La visita in Molise è corrisposta con l’elezione di Frattura alla presidenza dell’Euroregione Adriatico Ionica, ruolo che in precedenza era stato ricoperto da Michele Iorio, di cui il governatore ha apprezzato il lavoro svolto. Il presidente Frattura ha accompagnato Josipovic nel suo tour tra i comuni a minoranza croata. “La visita del presidente Josipovic è la conferma dell’altissimo interesse che le istituzioni croate da sempre nutrono per il nostro Molise. Guardiamo tutti insieme alla costruzione di un nuovo rapporto fortificato oggi dall’importantissima partecipazione europea che adesso ci avvicina ancora di più” ha commentato Frattura. Tra le collaborazioni su cui si può puntare c’è sicuramente il turismo: “Bisogna ristabilire i collegamenti con la Croazia, abbiamo un’imbarcazione ferma al porto di Termoli da troppi anni, ma poi si può collaborare sull’industria dell’acqua immaginango acqua che dal Montenegro viene portata qui e poi distribuita. Sono tantissimi i settori su cui si può lavorare” ha concluso Frattura.

Potrebbe interessanti anche:

Progetto Erasmus+, grande successo a Santa Croce del “Make your school smart”

Si è conclusa la prima mobilità transnazionale del progetto Erasmus+ “Make your school sma…