8.2 C
Campobasso
lunedì, Aprile 22, 2024

Larino: sfratto Iacp rinviato, ma si chiede l’emergenza abitativa

EvidenzaLarino: sfratto Iacp rinviato, ma si chiede l'emergenza abitativa

Lo sfratto era previsto questa mattina alle 9. Tre donne: madre figlia e nipote di soli 8 anni avrebbero dovuto lasciare con la forza l’appartamento al quinto piano di una delle palazzine Iacp di via Rosano a Larino. Hanno una morosità di 13 mila euro accumulata negli anni e per saldare il debito l’Istituto ai 15 euro mensili di affitto gliene ha aggiunti 105, per un totale di 120. Cifra che però la famiglia non riesce a pagare vivendo con una pensione di soli 400 euro. Il Comune insieme alla Regione è riuscito a trovare una soluzione tampone, disponendo un contributo a favore della famiglia e rinviando di fatto lo sfratto almeno per un bel pezzo. “Abbiamo trovato un contributo insieme all’assessorato ai lavori pubblici e a quello alle politiche sociali per permettere la rateizzazione del debito, intanto abbiamo evitato lo sfratto e per ora non c’è nessuna scadenza” ha spiegato l’assessore comunale alle politiche sociali Miriam Petriella. Questa mattina davanti l’abitazione, un gruppo di membri della Rap, rete autorganizzazione popolare, ha protestato proponendo l’immediata applicazione della legge nazionale 3 del 2007 con cui si chiede lo stato di emergenza abitativa. Si è anche fatto appello alla Regione perché si attivi affinchè lo Iacp faccia una moratoria sui regressi. Italo Di Sabato ha paragonato l’Istituto autonomo di case popolari a Equitalia, sollecitando l’attenzione delle istituzioni perché nelle prossime settimane sono previsti nuovi sfratti sia a Larino che a Campobasso. “La Regione non può stare a guardare deve chiedere l’emergenza abitativa e spingere lo Iacp a bloccare le morosità, considerando il delicato periodo che viviamo perché la casa è un diritto” ha spiegato Italo Di Sabato.

Ultime Notizie