Il riconteggio ha ribaltato il verdetto, incoronando come nuovo segretario di federazione del basso Molise del Pd non più l’uscente Michele Palmieri ma Giuliana Ferrara. Il responso è arrivato ieri sera, a distanza di una settimana dai congressi, e dopo la riunione della commissione provinciale e regionale che ha anche riassegnato i delegati, 25 per la Ferrara e 20 per Palmieri. La proclamazione del segretario del Basso Molise era rimasta in sospeso sia per i ricorsi presentati dalla sfidante Ferrara sia perché alcuni verbali dei circoli non erano ancora arrivati nella sede centrale e solo ieri è stato possibile rieffettuare il conteggio, che ha dato ragione alla giovane insegnante di Petacciato che ha accumulato 365 voti contro i 260 dell’uscente Palmieri. Soddisfatta del risultato Giuliana Ferrara: “Ci ha premiato il lavoro all’interno dei circoli – ha commentato a caldo – Ora rimetteremo in cammino la federazione, saremo itineranti, presenti in ogni circolo, cercando di incrementare la squadra e di creare quella rete che sola potrà dare forza al Partito e alle persone. Il lavoro di squadra – ha aggiunto – è stato fondamentale e al team della “Costituente dal Basso…Molise” voglio esprimere il mio grazie più sincero, per l’impegno, la determinazione e soprattutto per la forza ed i coraggio che hanno saputo trasmettermi” ha concluso la Ferrara. I tre ricorsi invece che aveva presentato sulle presunte irregolarità che avevano riguardato lo svolgimento dei congressi cittadini il 26 e 27 ottobre, sono stati tutti respinti perché la commissione ha ritenuto che fossero stati protocollati fuori tempo massimo, senza dunque entrare nel merito.

Potrebbe interessanti anche:

Trame romane. I giochi di Roma sul Molise, sempre più probabile l’arrivo di candidati calati dall’alto

Se fosse un film del genere giallo, potremmo chiamarlo “Trame romane”, come quei film poli…