35 anni, laureata in filosofia, insegnante di scuola elementare e con la tessera dal Partito Democratico da quando è stato formato. Il profilo è quello di Giuliana Ferrara, il candidato alla segreteria della Federazione pd del Basso Molise e che sfida l’uscente Michele Palmieri, a cui è stato chiesto di fare un passo indietro per separare la politica dall’istituzione e considerando che lui ora è vicesindaco a Larino. La candidatura della Ferrara è nata da un progetto partito dal basso – è stato detto – e che mira a ristabilire i rapporti con le istituzioni e i vertici regionali del partito. “Il nostro progetto politico parte dalla costruzione di una rete tra i circoli in modo da far emergere i problemi del Basso Molise e e dalla costituzione di forum per non far sentire più gli iscritti soli e abbandonati dal partito” ha commentato la Ferraro.
La presentazione c’è stata a Petacciato in viale Pietravalle, dove hanno partecipato diversi esponenti del partito tra cui anche Micaela Fanelli che in lista con sè alle ultime provinciali aveva avuto proprio la giovane insegnante. Si voterà il 26 e 27 ottobre. Quella della Ferraro è stata definita da Costanza Carriero ‘una candidatura trasversale’, sottolineando l’importanza dell’assenza di capibastone. “E’ il momento che il Basso Molise abbia la sua importanza, considerando che qui c’è il maggior numero di iscritti” ha commentato la Carriero.

Potrebbe interessanti anche:

A Civitanova torna la “coppa” con carne e patate

Il 19 e 20 agosto a Civitanova del Sannio torna l’evento “Carne e patate sott alla coppa”.…