15.6 C
Campobasso
lunedì, Aprile 22, 2024

“Gran Manze”: ore decisive per la scelta del territorio per la nursery

Evidenza"Gran Manze": ore decisive per la scelta del territorio per la nursery

Entro questo fine settimane si saprà se la Granarolo sceglierà il Molise per il suo progetto che prevede l’arrivo di 12mila vacche nei terreni del Basso Molise. Lo ha fatto sapere il senatore del Pd Roberto Ruta che sin dallo scorsa estate, da quando cioè si era iniziato a parlare dell’isendiamento della nursery, aveva appoggiato e sostenuto l’iniziativa definendola “un’opportunità per il territorio”. Solo quattro mesi fa sembrava ormai tutto deciso e imminente la firma dell’accordo, e invece poi ci sono stati una serie di rinvii, dovuti anche alla candidatura per i finanziamenti ministeriali, proposta dalla società bolognese che investirà 18milioni di euro per dare il via al progetto Gran Manze. I terreni di interesse e che sarebbero stati visitati sono quelli di Guglionesi, Larino e San Martino in Pensilis. E proprio sugli ultimi due centri, che stando ai rumors, si sarebbe concentrata l’attenzione della Granarolo. A riportare in cronaca il progetto è stata l’associazione Larino Viva secondo la quale San Martino sarebbe il territorio prescelto, e secondo la quale un gruppo di proprietari terrieri sarebbe stato in Spagna per visitare l’altro sito della Granarolo che ospita 7mila manze. Per l’associazione si tratta di una sorta di svendita del territorio, per cui il vero sviluppo è rappresentato dall’agricoltura e dal turismo. Intanto del progetto se n’è parlato anche nell’ultimo consiglio comunale di San Martino, dove il sindaco Massimo Caravatta, rispondendo a un’interrogazione della minoranza ha confermato i contatti con il gruppo bolognese, spiegando però di non aver mai avuto un incontro ufficiale. “Vogliamo capire bene di cosa si tratta, che ritorno occupazionale ci sarà”, ha fatto sapere il sindaco, non nascondendo però il concreto interesse della Granarolo per i terreni di San Martino.

Ultime Notizie