di Antonio Di Monaco

Erano entrati come due clienti qualsiasi, dopo l’una di questa notte, in un locale di via Ferrari a Campobasso per consumare un panino. Due giovani di Campobasso, di 18 e 22 anni, incensurati, non avendo soldi  al momento di pagare, si sono “serviti” da soli. Il proprietario del negozio di kebab, per tutta risposta, ha chiamato i carabinieri che sono giunti sul posto, ma nel frattempo i due si erano già allontanati. I carabinieri, guidati dal capitano Petrocco, si sono subito messi sulle loro tracce, fin quando i due sono tornati al negozio e, questa volta, hanno minacciato il proprietario con una pistola scacciacani intimandogli di consegnare quanto aveva in cassa. Essendosi accorti che la cassa era vuota, hanno chiesto un panino. Nel frattempo, i carabinieri, tornati nel negozio, sono riusciti a bloccarli e ad arrestarli. Al momento della perquisizione, al ragazzo di 18 anni è stata sequestrata la pistola. I due si trovano ora agli arresti domiciliari. Sul fatto indaga il sostituto procuratore, Rossana Venditti. L’operazione è stata illustrata in mattinata in una conferenza stampa. “Teniamo sempre sotto controllo i luoghi di aggregazione – ha affermato il capitano Petrocco – come quelli che si trovano in via Ferrari. Crediamo che si tratti di una bravata – ha concluso – e non vogliamo creare inutili allarmismi”.

Potrebbe interessanti anche:

Assessora e membro di ‘Azione’: Leda Ruggiero “congela” la partecipazione al partito

Assessora e membro di Azione: due cariche incomptabili? Sulla questione fa luce la diretta…