E’ un bilancio tutto sommato positivo quello dell’operazione mare Sicuro per il 2013, con una flessione del 50 per cento delle infrazioni sia via mare che via terra, dovuta ai maggiori controlli, ma anche a una miglior conoscenza delle norme da parte degli utenti. In totale dal 24 giugno all’8 settembre sono stati 3000 i controlli effettuati, nei quali sono stati impegnati 40 uomini della Capitaneria di Termoli che hanno giurisdizione non solo sulla costa molisana ma anche sulle Isole Tremiti. I dati sono stati illustrati dal nuovo comandante Antonio Nasti che ha voluto sottolineare la vicinanza della guardia costiera alla popolazione. Attenzione concentrata soprattutto sulla zona di mare riservata alla balneazione, ma forte contrasto anche all’ubisivismo commerciale in collaborazione con la polizia municipale. 10 in tutto i soccorsi svolti, l’ultimo in ordine di tempo è stato quello al Sorrento Jet che a Tremiti a causa di un’avaria ai motori si è schiantato contro uno scoglio che ha aperto una falla nello scafo. Sono quasi raddoppiati i controlli effettuati negli stabilmenti balneari rispetto al 2012 con un sensibile calo degli illeciti riscontrati, anche grazie alla consegna di una check list di autoverifica agli operatori proprio a inizio stagione.

Potrebbe interessanti anche:

Decreto commissario ad acta, via al POR PNRR Salute: attivate risorse per quasi 50 milioni

Approvato il Programma operativo regionale della Missione 6 del Piano nazionale di ripresa…