Per riformare l’Italia bisogna riformare il Partito Democratico puntando sull’ascolto della base e sul rinnovamento”. Da Termoli la deputata Laura Venittelli lancia la campagna sul territorio a sostegno di Matteo Renzi in vista del Congresso nazionale, indicando il sindaco di Firenze come il candidato di tutti, prosecuzione naturale – ha affermato la parlamentare del Pd – di un progetto riformista nato con Walter Veltroni Ma mentre si ragiona sulle regole e altri aspetti tecnici, sul Congresso pesa anche la variabile della crisi. “I comportamenti assunti da una parte politica in questi giorni – ha spiegato la Venittelli – sono stati folli e irresponsabili e bene ha fatto il premier a chiedere una verifica per capire se ci sono le condizioni per andare avanti con questa maggioranza di servizio”.Intanto la parlamentare punta a rafforzare la presenza del Partito in Basso Molise e dalla sede di Termoli, insieme agli esponenti degli altri comuni, ha illustrato il cantiere politico che sarà aperto sul territorio: “Un messaggio nuovo, forte e orientato all’ascolto dei cittadini stanchi di un modo di fare che non ci appartiene. L’ambizione è portare il Pd al ruolo che gli spetta per governare l’Italia, quello di un partito maggioritario al quaranta per cento”. E sul fronte regionale la deputata del Pd ha tracciato così la sua linea anche rispetto alla scelta del candidato:”Una linea legata al rinnovamento, lontana da logiche di potere e di partito e un candidato scelto dalla base, attraverso primarie aperte”

Potrebbe interessanti anche:

Sesto anniversario della morte, Trivento ricorda la dottoressa e volontaria Rita Fossaceca uccisa in Kenya

Sesto anniversario della morte, Trivento ricorda la dottoressa Rita Fossaceca uccisa in Ke…