12.1 C
Campobasso
sabato, Maggio 18, 2024

Barbara Dennerlein, regina dell’organo Hammond

CulturaBarbara Dennerlein, regina dell’organo Hammond

Barbara DennerleinAltro appuntamento speciale, dopo Stanley Jordan, Bireli Lagrene, Dorado Schmitt, Martha High, di una fantastica edizione 2013 (la XXIII) del festival jazz di Monteroduni

Tecnica superba, eleganza, aspetto regale, fanno di Barbara Dennerlein uno dei personaggi più affascinanti nel mondo della musica jazz.

I suoi concerti sono uno spettacolo unico, tanta è la vitalità, la precisione del tocco, la padronanza dei movimenti delle mani sui tasti e dei piedi sulla pedaliera, con un uso dei bassi unico al mondo. E “the organ tornado from Munich” fu l’etichetta che accompagnò Barbara Dennerlein nei primi anni della sua carriera, dopo una serie di clamorose apparizioni televisive che la videro come protagonista.

Ricchissima la varietà di temi, tra bebop tradizionale (memorabile Tribute to Charlie, l’album del 1987 dedicato dalla Dennerlein a Charlie Parker), funk, ritmi latini, classici del rock (Satisfaction) e naturali suggestioni classiche, fino al boogie woogie.

Imponente la sua discografia: a tutt’oggi ventitré album (il primo nel 1983), più volte premiati da Jazz Award e fitti di collaborazioni di prim’ordine: da George Benson a Randy Brecker, Dizzy Gillespie, Jimmy Smith, Roy Hargrove, Joe Locke.

Ad accompagnarla, nel concerto di Larino, lungo il solco di una formidabile tradizione di batteristi visti al suo fianco (Dennis Chambers, Jeff “Tain” Watts, Don Alias), sarà uno dei batteristi più interessanti della nuova generazione, Adam Pache, australiano d’origine ma giramondo e cosmopolita, con lunghi trascorsi nell’effervescente ambiente jazzistico di New York.

Tra le esperienze più notevoli, in un curriculum già ben fornito, le collaborazioni con Tony Monaco, altro fuoriclasse dell’organo Hammond (visto a Monteroduni, anche in un eccezionale duetto con la Dennerlein, nel 2011), Steve Swallow e Carla Bley, Scott Hamilton, che Adam ha accompagnato in in diversi tour in Italia e all’estero. E poi ancora Christian McBride, Clark Terry, Roberta Gambarini, il fenomenale Bjorn Solli, chitarrista norvegese con il quale Adam Pache si è esibito a Monteroduni nel 2012.

Ha partecipato ai festival jazz di New York, Montreux, Oslo, Copenhagen e, naturalmente, Eddie Lang Jazz Festival di Monteroduni, e ha preso parte a una serie di concerti con la cantante Janet Seidel e la Symphony Orchestra alla Sidney Opera House.

Un appuntamento, insomma, davvero da non perdere, nato grazie alla collaborazione fra Eddie Lang Blue Music, Associazione “Via Nova” e Amministrazione comunale di Larino, con il sostegno della Regione Molise. L’ingresso al concerto è libero. (us)

Barbara Dennerlein, organo Hammond B3 
Adam Pache, batteria

Mercoledì 14 Agosto 22.00
Larino, Piazza del Duomo

 

Ultime Notizie