Il ricorso è stato curato dall’avvocato Vincenzo Fiorini dello studio Iacovino.

L’Agenzia delle Entrate di Larino è salva. Il Tar ha bocciato il provvedimento di chiusura deciso dal direttore generale della stessa Agenzia, Befera. Soddisfatti il sindaco di Larino Notarangelo e la sua amministrazione. Il ricorso è stato curato dall’avvocato Vincenzo Fiorini dello studio Iacovino.

Contro la chiusura era stata presentata anche un’interrogazione parlamentare della deputata molisana del Pd, Laura Venittelli ed era stato approvato un ordine del giorno della Regione Molise su proposta del consigliere Francesco Totaro. “Nel ricorso – spiega l’avvocato Fiorini – si evidenzia l’illogicità del provvedimento di chiusura in una fase in cui il Tribunale di Larino diventa l’unico presidio giudiziario del Basso Molise con conseguente necessità di coordinamento con l’Agenzia delle Entrate territoriale competente per la lavorazione degli atti giudiziari. Lo stesso – ha aggiunto il legale – resta un presidio dello Stato di fondamentale importanza sul territorio frentano”.

Una struttura che offre servizi a venti Comuni, spiegano dallo studio legale che ha curato il ricorso, dodici dei quali appartengono all’area del cratere sismico, per un totale di 40 mila contribuenti. La notizia della chiusura dell’Agenzia delle Entrate di Larino aveva sollevato le dure proteste anche della comunità locale.

 

Potrebbe interessanti anche:

Disabilità gravissima, il Comune di Trivento informa sull’avviso per il caregiver familiare

Disabilità gravissima, il Comune di Trivento informa sull’avviso per il caregiver familiar…