ORE 20,19 – Con l’intervento di Lepore si chiude la diretta del Giornale del Molise da Piana dei Mulini. Grazie ai nostri numerosissimi lettori a cui forniremo tra qualche ora un ampio resoconto e commento alla giornata.

ORE 20,12- Interviene Pierluigi Lepore segretario provinciale del Pdl: “Non sono tollerabili divisioni e non è tollerabile che io, eletto da mille persone, af ogni iniziativa venga smentito da qualcuno. Non ci interessano  gli assenti che adesso sputano nel piatto dove hanno mangiato. A noi interessa il popolo, il partito è con te”.

ORE 20,07– Interviene il sindaco di Termoli Antonio Di Brino: “Sono qui col gruppo consiliare del Pdl e con altri amici del centrodestra come il presidente del Consiglio comunale di Termoli Montano. Lo dico chiaramente: noi stiamo con Michele Iorioe con lui saremo, nel Pdl e in Forza Italia. Quelli che se ne sono andati non dobbiamo riprenderceli. Iorio è la persona più competente della Regione Molise. E’ con lui che dobbiamo andare avanti ma vanno superate le divisioni”.

ORE 20,00 –Cavaliere attacca Di Bartolomeo: “E’ uno scandalo che il sindaco di Campobasso non sia qui!”.

ORE 19,50 – Prende la parola il consigliere regionale Nicola Cavaliere: Questa è la giornata più bella degli ultimi cinque mesi. Abbiamo sbagliato in passato perché dovevamo dare un taglio a tutti quelli che non ci sono qui. Michele, hai sbagliato a dare spazio a tanta gente irriconoscente che sta negli enti e ovunque e adesso non è qui. Sei un signore della politica e questo è purtroppo un errore”.

ORE 19,47 – Mazzuto: “Il cantiere che vuoi mettere su ha fondamenta solide e serve un capocantiere come te.Sono qui anche come presidente provinciale del Pdl”.

ORE 19,42 – Parla De Matteis: “Un plauso a Iorio che è quello più titolato ad organizzare una manifestazione come questa. Servono facce nuove. Sono intervenuto un un personaggio sul quale hai delle colpe per avergli affidato le finanze per undici anni e che stato causa di tanti tuoi problemi. Dice che non è uguale a me e ne sono lieto. Sono io che non voglio essere uguale a lui”. Con l’attacco a Vitagliano chiude De Matteis e prende la parola Mazzuto: “Grazie Iorio perché ci hai dato una lezione di stile”.

 

ORE 19,36 – Finito l’intervento di Iorio si apre il dibattito e parla Filoteo Di Sandro: “Presidente hai fatto bene a organizzare questo evento. Sono cinque mesi dalle Regionali e nessuno ha fatto niente.Sono qui come partito non a livello personale. Qui c’è il centrodestra. Non è vero che Fratelli d’Italia e livello nazionale è contro Forza Italia.Molti amici nostri stanno trattando col centrosinistra per avere poltrone e sistemare i propri familiari. Chi è andato a sinistra per noi ci può restare”. Applauditissimo l’intervento di Di Sandro.

ORE 19,32 – “Io non voglio ricandidarmi alla Regione. Dobbiamo arrivare preparati alle elezioni europee e a quelle al Comune di Campobasso. Su questo sarà il mio impegno immediato”.

ORE 19,29 – Attacco a Patriciello: Non si può stare fisicamente nel centrodestra e con un cognato nel centrosinistra. Aabbiamo perso le Regionali per i transfughi passati dal centrodestra al centrosinistra. questo fenomeno è inaccettabil. In Molise spostare i parenti da una parte all’altra determina la vittoria delle elezioni”.

ORE 19,29 -Iorio choc: Dobbiamo seguire il modello Grillo e farci portavoce dei cittadini

ORE 19,23 – “Ringrazio Fratelli d’Italia per essere presente qui con Di Sandro. Dobbiamo finirla con i coordinatori autoreferenziali”.

ORE 19,23 –  L’attacco di Iorio va avanti: sinistra bugiarda e smascherata. Dopo 12 anni di demagogia hanno aumentato le indennità. Petraroia esempio di questa ipocrisia.

ORE 19.14 – Iorio: “Il centrosinistra sta occupando militarmente la Regione ed è in atto una pulizia etnica. L’esempio più eclatante è la punizione a Giarrusso”.

ORE 19,12 – Iorio: “Tutta questa gente è la conferma che questa manifestazione andava fatta, è la migliore risposta a chi titubava e ha remato contro e rema contro”.

ORE 19,09 – Inizia l’intervento di Iorio. La sala è piena.

ORE 19,05 -Arriva il sindaco di Termoli Antonio Di Brino e quello di Bojano, Silvestri. Di Brino: “Sono qui per l’amicizia che mi lega a Iorio. Dobbiamo promuovere una nuova classe dirigente che premi chi ha consenso, gli eletti, non i nominati. L’esperienza di Iorio in questa direzione può essere utilissima”.

ORE 19,03 Il presidente della Provincia di Campobasso Rosario De Matteis: “Sono qui per ascoltare e partecipare alla rifondazione del centrodestra per affidare il futuro ad una nuova classe dirigente. No a partiti personali”.

ORE 19,02 –Le dichiarazioni di Filoteo Di Sandro: E’ Vitagliano che sbaglia. Fratelli d’Italia deve dialogare con Forza Italia. A Iorio va il merito di aver organizzato la prima manifestazione tesa a riorganizzare il centrodestra.

ORE 18,47 – Gli invitati arrivano alla spicciolata: il vice sindaco di Termoli Ferrazzano, il presidente del Consiglio comunale di Termoli, Montano, l’assessore comunale e provinciale di Campobasso, Tramontano, l’ex sindaco Melogli. Presente anche Filoteo Di Sandro, con una vistosa spilla di Fratelli d’Italia: un segnale chiaro al recalcitrante Gianfranco Vitagliano.

ORE 18,00 -Arriva, sorridente,Michele Iorio, senza la polo ‘Robe di Kappa’. Poco dopo lo storico avvocato amministrativista di Iorio, Umberto Colalillo. I primi ad arrivare il presidente dell’Arsiam, Emilio Orlando, Filomena Calenda, assessore privinciale isernina ed il presidente della Provincia di Isernia, Luigi Mazzuto.

ORE 17,30 – La prima novità dell’evento: Iorio, a differenza dello scorso anno, parla al coperto. La precedente edizione della kermesse si svolse su una verdeggiante piana colma di persone. Quest’anno si è scelta la prudenza della picocla sala. Predisposte 120 sedie per i partecipanti. Nessuna bandiera del Pdl, solo quelle di Forza Italia.

E’ il giorno di “Piana dei Mulini”, l’attesissimo raduno organizzato da Michele Iorio con i propri fedelissimi a Colle d’Anchise. Le fibrillazioni della vigilia hanno scosso e non poco l’intero centrodestra, diviso tra chi, come il coordinatore regionale del Pdl, Ulisse Di Giacomo, bolla la kermesse come una fuga in avanti priva di alcun fondamento e chi invece, come l’ex assessore regionale, Filoteo Di Sandro, ritiene l’appuntamento fondamentale per un rilancio del centrodestra. Molte le altre adesioni, pro e contro. Contro nella maniera più netta Gianfranco Vitagliano, ex braccio destro di Iorio e suo potentissimo assessore regionale; a favore (senza se e senza ma) il presidente della Provincia di Campobasso, Rosario De Matteis.

Il Giornale del Molise seguirà in diretta l’avvenimento, con aggiornamenti, commenti e foto in tempo reale. A Piana dei Mulini ci sarà Pasquale Di Bello, in redazione Anna Maria Di Matteo. Domani, in apertura del Giornale, il commento all’intera giornata.

Potrebbe interessanti anche:

Autonomia differenziata. Fanelli: “A rischio il futuro del Molise”

A rischio il futuro del Molise e i livelli essenziali di prestazioni in settori vitali com…