34.9 C
Campobasso
domenica, Luglio 14, 2024

Termoli: stop dei revisori. Slitta l’abolizione del tassa sul turismo

QDTermoli: stop dei revisori. Slitta l'abolizione del tassa sul turismo

A Termoli sarà un’altra estate con la tassa di soggiorno. Perché dopo gli annunci di volerla togliere, alla fine l’amministrazione comunale ha dovuto fare i conti col bilancio. Prima di abolire l’imposta, infatti, si dovranno trovare i soldi necessari per compensare il mancato introito. La contestazione è stata sollevata dai revisori dei conti e in commissione la sua abolizione è dunque slittata. Da quando è in vigore la tassa, e quindi quasi un anno, il Comune ha incassato circa 80mila euro. A tanto ammonta, dunque, la cifra da tirar fuori per il 30 settembre, data entro cui dovrà essere approvato il bilancio di previsione. Quando la scorsa estate l’amministrazione Di Brino decise di applicare la tassa sul soggiorno giornaliero dei turisti, si erano scatenate subito le polemiche, con gli operatori che avevano anche presentato due ricorsi definendola una tassa ammazza turismo. In realtà si tratta di un’opportunità concessa dal “federalismo fiscale municipale” che permette ai Comuni delle mete di villeggiatura di fare cassa. Pioniere nella zona sono state le Isole Tremiti che già da undici anni applicano la gabella di un euro a chi mette piede nell’arcipelago. Qualche mese fa, invece, la marcia indietro dell’amministrazione, considerata la crisi e il periodo di contrazione delle vacanze. Ma visto lo stop dei revisori dei conti, per il momento l’abolizione dell’odiato balzello è rinviata.

Ultime Notizie