29.7 C
Campobasso
mercoledì, Luglio 17, 2024

L’Italia dei motori. All’Idv la revisione all’auto la fanno con i soldi del Gruppo

AperturaL’Italia dei motori. All’Idv la revisione all’auto la fanno con i soldi del Gruppo

di PASQUALE DI BELLO

Prosegue l’indagine sull’utilizzo dei fondi pubblici da parte dei gruppi regionali. Da una attenta lettura degli atti pubblicati dalla Corte dei conti, più passano i giorni e più emergono dati scoraggianti. Ad esempio quelli relativi al gruppo dell’Italia dei valori. Nel corso del 2012, con i fondi regionali sono state pagate ben cinque revisioni d’auto. Il tutto per 439 euro nel periodo tra marzo e maggio 2012.

In attesa di fare luce (luce rossa) sul consigliere che nel corso del 2012 passava le notti di lap in lap nei night della Capitale, ci è cascato l’occhio (si fa per dire) su una delle tante anomalie presenti nei resoconti analizzati e contestati dalla Corte dei conti ai gruppi presenti in Regione Molise. Il tutto, lo ripetiamo, per l’anno 2012, lo stesso in cui toccò anche a noi, come a quelli dell’Italia dei valori, di revisionare l’autovettura. Con una piccola differenza: noi la revisione ce la siamo pagata di tasca nostra mentre all’Italia dei motori, verosimilmente, qualcuno se l’è pagata coi soldi del gruppo regionale.

A dirlo non siamo noi, e nemmeno qualche gola profonda informata sui fatti, ma sono gli stessi dell’Idv, o almeno coloro che hanno compilato il resoconto analizzato dalla magistratura contabile. Tra il 19 marzo e il 16 maggio 2012 i consiglieri (o chi per loro) dell’Italia dei valori la revisione all’auto l’anno fatta ben cinque volte per un totale di 439 euro; esattamente: il 19, il 23 e il 29 marzo per rispettivi 98, 90 e ancora 90 euro. Qualcosa, esattamente in aprile, però deve essere andata storta, tanto è vero che quelli dell’Italia dei motori la revisione l’hanno poi rifatta di nuovo: il 2 e il 16 maggio, ma questa volta gli è costata un po’ meno: 76 euro la prima volta e 86 la seconda.

Oltre a questo, appare poi davvero singolare il rapporto che l’Idv locale mantiene (o almeno al tempo manteneva) con la struttura nazionale:  con cadenza regolare, quasi settimanale se non con frequenza ancora minore, non si contano i bonifici a favore della sede centrale. Esattamente 36mila e 100 euro nel corso del 2012, ai quali vanno aggiunte altre cosucce, tipo le spese per i pasti che, dati gli importi, lasciano pensare che oltre al cibo per se stessi all’Italia dei valori acquistino anche il cibo per i pesci rossi: ci chiediamo infatti a cosa corrisponda lo scontrino di dieci centesimi del 15 maggio 2012. Misteri. Quello che invece mistero non è, è che la Corte dei conti non ha ammesso a rendicontazione bel 89.733,99 euro, somme che ci chiediamo chi mai restituirà alla Regione Molise e, in definitiva, ai contribuenti. In attesa di saperlo, ci piacerebbe conoscere se le auto revisionate appartengono al gruppo (cosa improbabile, visto nessun gruppo ne ha in dotazione) o a chi altri. Non vorremmo che oltre a quelle rosse dei night, di luce in luce ti toccasse pagare anche gli stop fulminati a qualche consigliere regionale.

 

Ultime Notizie