29.7 C
Campobasso
mercoledì, Luglio 17, 2024

Termoli, i balneari chiedono modifiche al piano spiaggia: “Siamo penalizzati”

QDTermoli, i balneari chiedono modifiche al piano spiaggia: "Siamo penalizzati"

Per fare osservazioni alla valutazione ambientale del nuovo piano spiaggia del Comune di Termoli c’è tempo fino al 14 maggio e se non arriveranno risposte adeguate dalle varie parti i balneari andranno nelle sedi opportune per far valere le loro ragioni.

Parola di Pietro D’Andrea, titolare di uno stabilimento e responsabile della Fiba-Confesercenti che auspica la convocazione in tempi brevi di un secondo tavolo tecnico per capire se ci saranno le modiche chieste ad alta voce dalla categoria.

Sono diversi i punti contestati.

Si parte dall’individuazione delle spiagge libere lontano dal centro cittadino. “Sei chilometri sono troppi peraltro in zone non fruibili dove non sono presenti servizi, percheggi e ingressi” osserva D’Andrea.

Poi c’è la questione delle spiagge libere attrezzate e affidate in concessione. Eccessive anche in questo caso secondo il rappresentante del sindacato che fa una considerazione.

Se parliamo di associazioni di volontariato, di colonie marine, di spazi offerti a persone con disabilità o spiagge dedicate agli animali da compagnia è una cosa, il discorso – osserva il titolare del lido – cambia se questa modalità diventa un canale per svolgere in sostanza le stesse attività che portiamo avanti da anni nei nostri stabilimenti”.

In pratica, concorrenza sleale secondo D’Andrea che si rivolge alle istituzioni in attesa di opporsi ufficialmente al piano.

Non siamo contrari al rilascio di nuove concessioni come le nostre ma bisogna creare le condizioni giuste per la sopravvivenza dei lidi già esistenti anziché agevolare gli speculatori con le concessioni stagionali” ha concluso.

Ultime Notizie