di Anna Maria Di Matteo

L’esponente di Progetto Molise entra in Aula al posto di Michele Iorio dopo una lunga riunione del centrosnistra che ha voluto approfondire meglio i contenuti della legge applicata dal Consiglio per la sostituzione temporanea

Quella che poteva sembrare una mera formalità è diventata un vero e proprio caso. La sostituzione temporanea di Michele Iorio con il primo dei non eletti di Progetto Molise, Nico Romagnuolo, prevista per questa mattina, in apertura dei lavori del Consiglio regionale,  è finita nel mirino del centrosinistra. L’esponente di opposizione aveva chiesto di poter subentrare a Iorio, sospeso per diciotto mesi per effetto del decreto ‘Liste pulite’, appellandosi all’applicazione dell’articolo 16 bis della legge numero 108 del 1968. Una richiesta alla quale aveva fatto seguito anche una diffida da parte del diretto interessato ad applicare quella legge. L’ufficio di Presidenza del Consiglio aveva richiesto pareri all’Ufficio di assistenza all’Aula, ottenendo parere positivo. Parere letto in Consiglio dal presidente Niro. Ma la maggioranza, per bocca di Cristiano Di Pietro ha chiesto cinque minuti di sospensione  dei lavori che si sono trasformati in un’ora. Nel corso della riunione di maggioranza sono state sollevate molte perplessità circa l’opportunità di applicare la legge perché , a giudizio del centrosinistra, avrebbe potuto collidere con quanto prevede il decreto ‘Liste pulite’, ma alla fine è stato trovato l’accordo e dunque la maggioranza ha dato il via libera alla sostituzione. Alla ripresa dei lavori l’assessore Facciolla  ha preso la parola ed  ha chiesto ed ottenuto di inserire nel deliberato una specificazione con la quale il Consiglio prende atto della sostituzione temporanea di Michele Iorio. E così, solo dopo una lunga ed estenuante attesa, durata ore,  Nico Romagnuolo ha potuto prendere posto tra i banchi di opposizione.

Potrebbe interessanti anche:

La frazione agnonese di Villacanale celebra il patrono San Giocondino

La frazione agnonese di Villacanale è tornata a celebrare in gran stile il patrono San Gio…