Home QD Poliziotto morto sulla Venafrana, scontro tra le parti sulla perizia
QD - Regione - 3 Maggio 2013

Poliziotto morto sulla Venafrana, scontro tra le parti sulla perizia

Scontro tra le parti sulle conclusioni della perizia del consulente tecnico nominato a Isernia, dalla Procura, per l’incidente probatorio sulla morte in servizio, un anno fa, di un poliziotto della locale Questura, Giuseppe Iacovone, 28enne di Capriati a Volturno. L’indagato è un medico isernino. Secondo l’accusa era inseguito dalla vittima perché stava percorrendo a forte velocitàla Statale85, abordo di un suv. Il reato ipotizzato è di resistenza a pubblico ufficiale e morte derivante da questo reato. ”Il perito – ha detto Marco Franco, legale dell’indagato – ha confermato quello che noi sosteniamo da tempo: l’impossibilità, nel caso di specie, che si sia verificato un inseguimento”. Secondo quanto riferito da Franco, avvocato del Foro di Roma, ”i calcoli effettuati dal perito hanno dimostrato che il veicolo della polizia non si e’ mai avvicinato al suv”. Il Gip, Antonio Ruscito, si e’ riservato di decidere, e ha chiesto alcuni giorni, per valutare la richiesta di sostituzione del perito avanzata dalla parte offesa rappresentata dall’avvocato Arturo Messere. Richiesta a cui si è opposto il Pm, Federico Scioli. Il Gip, inoltre, dovrà valutare l’eventuale inserimento di un nuovo elemento di indagine.

Potrebbe interessanti anche:

Conclusi i lavori per la messa in sicurezza della “Torretta” di Trivento. L’ex vice sindaco Sebastiano: da 40 anni in attesa di un collaudo su un ecomostro

Conclusi i lavori per la messa in sicurezza della “Torretta” di Trivento. L’ex vice sindac…