34.9 C
Campobasso
domenica, Luglio 14, 2024

Pierluigi Giorgio: recuperare il rifugio di Charles Moulin

EvidenzaPierluigi Giorgio: recuperare il rifugio di Charles Moulin

Un recente convegno organizzato a Isernia dal Rotary club ha riacceso per qualche giorno i riflettori su un pittore francese, che forse più degli stessi molisani ha fatto conoscere le bellezze della nostra terra al di là dei confini regionali. Charles Moulin, amico di Henri Matisse, in Francia era considerato una grande promessa. Ma quando vide per le Mainarde se ne innamorò, trascorrendo il resto della sua vita a Castelnuovo, vivendo da eremita in un rifugio. Ma i convegni da soli non bastano per conservare il suo ricordo. Per rendere giustizia a questo grande talento bisogna fare ben altro, è il parere del regista Pierluigi Giorgio, a partire dal recupero del rifugio – a rischio crollo – che per anni ha ospitato l’artista, lasciando così una testimonianza concreta “ai visitatori e agli escursionisti che poco sanno delle sue opere, del suo messaggio di pace e rispetto per la natura e gli esseri viventi”. Negli anni ’90 il regista – in procinto di girare un documentario per la Rai – convinse gli amministratori a rimettere in piedi quel rifugio, ricostruendolo fedelmente proprio grazie ai disegni lasciati da Moulin. Ma ora sono passati molti anni e potrebbe crollare di nuovo, per questo Pierluigi Giorgio ripropone di apportare immediate riparazioni al rifugio e di tumulare i resti del pittore – oggi custoditi nel cimitero di Castelnuovo – lungo uno dei sentieri che portano su in montagna. Magari si potrebbe pensare anche a una statua, o comunque a qualche iniziativa che, aspetti turistici a parte, “dimostrino gratitudine nei riguardi di un uomo – dice ancora Pierluigi Giorgio – che rinunciando a fama e onori scelse la nostra terra per restarci per sempre”.

Ultime Notizie